Cinema e ambiente. Francesco Capezzuoli: “ricominciamo da dove siamo”

E se indicare soluzioni e raccontare storie di successo fosse il modo migliore per risolvere le crisi ecologiche, economiche e sociali che attraversano il nostro paese?

In seguito alla pubblicazione di uno studio che annuncia la possibile scomparsa di una parte dell’umanità da qui al 2100, i registi Cyril Dion e Mélanie Laurent intraprendono un emozionante viaggio con una troupe di quattro persone per svolgere un’inchiesta in dieci paesi del mondo per scoprire cosa potrebbe provocare questa catastrofe, ma soprattutto come evitarla.

Durante il loro viaggio, incontrano i pionieri che stanno reinventando l’agricoltura, l’energia, l’economia, la democrazia e l’istruzione e ne documentano i successi  e partendo da questi esperimenti riusciti immaginano un nuovo futuro per noi e nostri figli.

Oltre ad indicare vere e proprie soluzioni pratiche per migliorare il nostro futuro (mangiare bio e poca carne, energia elettrica rinnovabile,  fare la spesa in negozi locali e indipendenti, cambiare banca, riciclare, riparare, condividere) Domani, il film,  regala agli spettatori una lezione di educazione posata e assertiva, cercando così di stimolare il pubblico ad una reazione positiva e che parte dalla vita privata.

“Il 2016 è stato l’anno più caldo della storia. Negli ultimi 800.000 anni una concentrazione così alta di CO2 non si era mai verificata. Come far fronte a questi radicali cambiamernti? Non “salvando il pianeta” ma “ricominciando da dove siamo”: una realtà in cui la condivisione e l’interdipendenza plasmeranno la società di domani”, ha affermato Francesco Capezzuoli di Italian Climate Network.

Non una visione “catastrofisa”, dunque, ma una strada possibile, da percorrere tutti insieme, per salvaguardare il nostro ambiente.

Il film è proposto nel ciclo di appuntamenti di Cinema In Famiglia, a cura di Spazio Co-Stanza e prevede, contemporaneamente alla visione in sala, un laboratorio sulle stesse tematiche per i più piccoli, prendendo spunto dal film di animazione Il bambino che scoprì il mondo.

Dopo il film ci sarà una discussione sui temi proposti alla presenza di:

Francesco CAPEZZUOLI –  ITALIAN CLIMATE NETWORK

Katia BARONCELLI – Mamme no Inceneritori

Stefano Capaccioli – Bioenergy Division ETA s.r.l. 

 

FacebookTwitterWhatsAppEmail