ottobre 2017
  • lunedì

    23/10/2017

  • martedì

    24/10/2017

  • mercoledì

    25/10/2017

  • giovedì

    26/10/2017

  • venerdì

    27/10/2017

  • sabato

    28/10/2017

  • domenica

    29/10/2017


10.00
#12 Firenze – MiBACT per la fotografia

Conservazione e restauro della fotografia in ambito museale

Tavola rotonda

Ore 10.00
Saluti istituzionali
Monica Barni – Vice Presidente Regione Toscana
Marco Ciatti – Soprintendente dell’Opificio delle Pietre Dure
Claudio de Polo – Presidente Fratelli Alinari
Lorenza Bravetta – Consigliere del Ministro Dario Franceschini per la valorizzazione del patrimonio fotografico nazionale, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo MiBACT
Antonio Tarasco – Direzione generale Musei MiBACT


Ore 10.30 – 13.00
Tavola rotonda: Conservazione e restauro della fotografia in ambito museale

Modera:
Marco Ciatti – Soprintendente dell’Opificio delle Pietre Dure

Intervengono:
Anne Cartier-Bresson – Conservatrice Générale du Patrimoine, Direttrice Atelier de Restauration et Conservation des Photographies de la Ville de Paris
Barbara Cattaneo – Restauratrice Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze
Lorenza Fenzi – Docente di restauro dei materiali fotografici – Scuola di Restauro C.Boito, Accademia di Brera
Melissa Gianferrari – Docente di restauro di beni fotografici, Accademia di Belle Arti di Bologna
Rodorico Giorgi – Professore di Chimica del Restauro, Università di Firenze – CSGI Consorzio
Letizia Montalbano – Direttore Scuola di Alta Formazione e Studio dell’Opificio delle Pietre Dure, Firenze
Antonio Sansonetti – Istituto per la Conservazione e Valorizzazione dei Beni Culturali (ICVBC), Consiglio Nazionale delle Ricerche
Maria Letizia Sebastiani – Direttore Istituto Centrale per il Restauro e la Conservazione del Patrimonio Archivistico e Librario, Roma
Emanuela Sesti – Dirigente Scientifico Fratelli Alinari. Fondazione per la Storia della Fotografia, Firenze
Elizabeth J.Shepherd – Responsabile dell’Aerofototeca Nazionale, ICCD-Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione


15.00
#12 Firenze – MiBACT per la fotografia

Esperienze e confronti nella valorizzazione della fotografia nei musei

Tavola rotonda

Ore 15.00 – 17.30
Tavola rotonda: Esperienze e confronti nella valorizzazione della fotografia nei musei

Modera:
Guido Guerzoni – Professore di Museum Management, Università “Luigi Bocconi”

Intervengono:
Matteo Balduzzi – Curatore Museo di Fotografia Contemporanea, Cinisello Balsamo
Susanna Brown – Curatrice della Fotografia, Word & Image Department, Victoria & Albert Museum
Marco De Mutiis – Digital Curator Fotomuseum Winterthur
Florian Ebner – Direttore della fotografia, Centre Pompidou
Roberto Ferrari – Direttore Cultura Regione Toscana
Margherita Guccione – Direttore MAXXI Architettura
Massimiliano Pinucci – Docente ISIA Firenze, progettista AIM -Alinari Image Museum
Silvia Stabile – Focus Team Arte e beni culturali, BonelliErede
Diana Toccafondi – Soprintendente Archivistico e Bibliografico della Toscana
Luigi Tomassini – Direttore Dipartimento Beni Culturali, Università di Bologna


21.00
PROGRAMMAZIONE

Manifesto

di Julian Rosefeldt, 2015, Germania/Australia, 95'

Questo film fa parte dei TOP DOC 

Il manifesto del Partito Comunista raccontato da un senzatetto, i motti dadaisti interpretati da una vedova durante un’orazione funebre, Dogma 95 spiegato da una maestra ai suoi allievi. Dodici personaggi (più uno) celebrano i movimenti artistici all’interno di altrettanti ambienti, attraverso un sorprendente collage di famosi manifesti del Novecento scritto da Julian Rosefeldt e interpretato dall’attrice australiana Cate Blanchett, vincitrice dell’Oscar.

Tra gli autori citati nel film: Filippo Tommaso Marinetti, Tristan Tzara, Kazimir Malevich, André Breton, Claes Oldenburg, Yvonne Reiner, Sturtevant, Adrian Piper, Sol LeWitt e Jim Jarmusch.

The Communist Manifesto narrated by a homeless, dadaist’s mottos played by a widow during a funeral oration, Dogma 95 described by a school teacher to her students. 13 distinct characters celebrate artistic movements in different scenarios, through a witty collage of famous manifestos from the 20th century written by Julian Rosefeldt and interpreted by Oscar-winning Australian actress Cate Blanchett.

Some of the authors mentioned in the movie are: Filippo Tommaso Marinetti, Tristan Tzara, Kazimir Malevich, André Breton, Claes Oldenburg, Yvonne Reiner, Sturtevant, Adrian Piper, Sol LeWitt e Jim Jarmusch.


Biglietto intero 8,00 € / ridotto 6,50 € 


17.00
PROGRAMMAZIONE

Manifesto

di Julian Rosefeldt, 2015, Germania/Australia, 95'

Questo film fa parte dei TOP DOC 

Il manifesto del Partito Comunista raccontato da un senzatetto, i motti dadaisti interpretati da una vedova durante un’orazione funebre, Dogma 95 spiegato da una maestra ai suoi allievi. Dodici personaggi (più uno) celebrano i movimenti artistici all’interno di altrettanti ambienti, attraverso un sorprendente collage di famosi manifesti del Novecento scritto da Julian Rosefeldt e interpretato dall’attrice australiana Cate Blanchett, vincitrice dell’Oscar.

Tra gli autori citati nel film: Filippo Tommaso Marinetti, Tristan Tzara, Kazimir Malevich, André Breton, Claes Oldenburg, Yvonne Reiner, Sturtevant, Adrian Piper, Sol LeWitt e Jim Jarmusch.

The Communist Manifesto narrated by a homeless, dadaist’s mottos played by a widow during a funeral oration, Dogma 95 described by a school teacher to her students. 13 distinct characters celebrate artistic movements in different scenarios, through a witty collage of famous manifestos from the 20th century written by Julian Rosefeldt and interpreted by Oscar-winning Australian actress Cate Blanchett.

Some of the authors mentioned in the movie are: Filippo Tommaso Marinetti, Tristan Tzara, Kazimir Malevich, André Breton, Claes Oldenburg, Yvonne Reiner, Sturtevant, Adrian Piper, Sol LeWitt e Jim Jarmusch.


Biglietto intero 8,00 € / ridotto 6,50 € 


19.00
PROGRAMMAZIONE

Manifesto

di Julian Rosefeldt, 2015, Germania/Australia, 95'

Questo film fa parte dei TOP DOC 

Il manifesto del Partito Comunista raccontato da un senzatetto, i motti dadaisti interpretati da una vedova durante un’orazione funebre, Dogma 95 spiegato da una maestra ai suoi allievi. Dodici personaggi (più uno) celebrano i movimenti artistici all’interno di altrettanti ambienti, attraverso un sorprendente collage di famosi manifesti del Novecento scritto da Julian Rosefeldt e interpretato dall’attrice australiana Cate Blanchett, vincitrice dell’Oscar.

Tra gli autori citati nel film: Filippo Tommaso Marinetti, Tristan Tzara, Kazimir Malevich, André Breton, Claes Oldenburg, Yvonne Reiner, Sturtevant, Adrian Piper, Sol LeWitt e Jim Jarmusch.

The Communist Manifesto narrated by a homeless, dadaist’s mottos played by a widow during a funeral oration, Dogma 95 described by a school teacher to her students. 13 distinct characters celebrate artistic movements in different scenarios, through a witty collage of famous manifestos from the 20th century written by Julian Rosefeldt and interpreted by Oscar-winning Australian actress Cate Blanchett.

Some of the authors mentioned in the movie are: Filippo Tommaso Marinetti, Tristan Tzara, Kazimir Malevich, André Breton, Claes Oldenburg, Yvonne Reiner, Sturtevant, Adrian Piper, Sol LeWitt e Jim Jarmusch.


Biglietto intero 8,00 € / ridotto 6,50 € 


21.00
PROGRAMMAZIONE

Hokusai dal British Museum

di Patricia Wheatley, 2017, Stati Uniti, 90'

Questo film fa parte dei TOP DOC 

Hokusai, classe 1760, è l’artista giapponese che più di ogni altro ha rivoluzionato la storia dell’arte moderna occidentale.
La sua opera più conosciuta, La Grande Onda, è così famosa da essere stata copiata e riprodotta quanto la Monna Lisa di Leonardo. Con La Grande Onda e la serie delle 100 viste del Monte Fuji, Hokusai ha infatti ispirato artisti come MonetVan Gogh e Picasso e, con i suoi emoji, è stato e rimane a tutti gli effetti il padre del manga moderno, oltre che un’inesauribile fonte di spunti per gli artisti di oggi.

Hokusai dal British Museum è il primo documentario inglese dedicato al celebre Katsushika Hokusai (1760-1849). Al nostro fianco per guidarci nella scoperta del pittore ci saranno studiosi appassionati e artisti che hanno subito l’influenza di questo grande maestro, tra cui David Hockneye il pittore giapponese Ideguchi Yuki. Dopo una prima parte dedicata alla vita del pittore, il film evento guiderà lo spettatore in una visita esclusiva attraverso le sale della grande mostra del British Museum Hokusai: beyond the Great Wave (aperta sino al 13 agosto). Presentato dallo storico dell’arte Andrew Graham-Dixon con gli artisti Grayson PerryKate Malone e Maggi Hambling, il tour è stato creato appositamente per il pubblico del cinema.


Biglietto intero 8,00 € / ridotto 6,50 € 


15.00
Florence as you have never seen it before

Destination Florence

25 min lenght, italian with english subtitles / multilingual audioguide in French, Spanish or Japanese

A short movie with an unconventional point of view of one of the most appreciated and visited cities in the world. A night tour with no crowd and spectacular images.

Close encounters with the beauty of this enchanting city. A first exciting approach to the Masterpieces of the Renaissance, and an ideal way to start your tour in Florence.


16.00
PROGRAMMAZIONE

Hokusai dal British Museum

di Patricia Wheatley, 2017, Stati Uniti, 90'

Questo film fa parte dei TOP DOC 

Hokusai, classe 1760, è l’artista giapponese che più di ogni altro ha rivoluzionato la storia dell’arte moderna occidentale.
La sua opera più conosciuta, La Grande Onda, è così famosa da essere stata copiata e riprodotta quanto la Monna Lisa di Leonardo. Con La Grande Onda e la serie delle 100 viste del Monte Fuji, Hokusai ha infatti ispirato artisti come MonetVan Gogh e Picasso e, con i suoi emoji, è stato e rimane a tutti gli effetti il padre del manga moderno, oltre che un’inesauribile fonte di spunti per gli artisti di oggi.

Hokusai dal British Museum è il primo documentario inglese dedicato al celebre Katsushika Hokusai (1760-1849). Al nostro fianco per guidarci nella scoperta del pittore ci saranno studiosi appassionati e artisti che hanno subito l’influenza di questo grande maestro, tra cui David Hockneye il pittore giapponese Ideguchi Yuki. Dopo una prima parte dedicata alla vita del pittore, il film evento guiderà lo spettatore in una visita esclusiva attraverso le sale della grande mostra del British Museum Hokusai: beyond the Great Wave (aperta sino al 13 agosto). Presentato dallo storico dell’arte Andrew Graham-Dixon con gli artisti Grayson PerryKate Malone e Maggi Hambling, il tour è stato creato appositamente per il pubblico del cinema.


Biglietto intero 8,00 € / ridotto 6,50 € 


18.00
EVENTO

Lievito madre – Le ragazze del secolo scorso

di Concita De Gregorio, Esmeralda Calabria, Italia, 2017, 60 min

La politica, il sesso, il lavoro, i sogni: in ‘Lievito madre’ (presentato all’ultima Mostra del cinema di Venezia) Concita De Gregorio raccoglie le voci di 15 donne. Che ci hanno fatto crescere.
Un progetto che viene da lontano. Ore e ore di interviste a moltissime donne, un progetto web su Repubblica.it (Cosa pensano le ragazze) e oggi un film che dopo la prima veneziana si vedrà in tv su RaiTre.
“Un racconto intimo delle donne che ci hanno preceduto e formato” raccontano le registe.

La serata è promossa da Unicoop Firenze in collaborazione con Fondazione Sistema Toscana – La Compagnia

Al termine della proiezione conversazione fra Sandra Bonsanti, Concita De Gregorio, Esmeralda Calabria, autrici del film e Geraldina Fiechter che ha curato il progetto. Seguirà un aperitivo.


21.00
PROGRAMMAZIONE

Manifesto

di Julian Rosefeldt, 2015, Germania/Australia, 95'

Questo film fa parte dei TOP DOC 

Il manifesto del Partito Comunista raccontato da un senzatetto, i motti dadaisti interpretati da una vedova durante un’orazione funebre, Dogma 95 spiegato da una maestra ai suoi allievi. Dodici personaggi (più uno) celebrano i movimenti artistici all’interno di altrettanti ambienti, attraverso un sorprendente collage di famosi manifesti del Novecento scritto da Julian Rosefeldt e interpretato dall’attrice australiana Cate Blanchett, vincitrice dell’Oscar.

Tra gli autori citati nel film: Filippo Tommaso Marinetti, Tristan Tzara, Kazimir Malevich, André Breton, Claes Oldenburg, Yvonne Reiner, Sturtevant, Adrian Piper, Sol LeWitt e Jim Jarmusch.

The Communist Manifesto narrated by a homeless, dadaist’s mottos played by a widow during a funeral oration, Dogma 95 described by a school teacher to her students. 13 distinct characters celebrate artistic movements in different scenarios, through a witty collage of famous manifestos from the 20th century written by Julian Rosefeldt and interpreted by Oscar-winning Australian actress Cate Blanchett.

Some of the authors mentioned in the movie are: Filippo Tommaso Marinetti, Tristan Tzara, Kazimir Malevich, André Breton, Claes Oldenburg, Yvonne Reiner, Sturtevant, Adrian Piper, Sol LeWitt e Jim Jarmusch.


Biglietto intero 8,00 € / ridotto 6,50 € 


20.00
EVENTO

Giuseppe Dessì: un ricordo a quarant’anni dalla morte

Ingresso libero

Giuseppe Dessì (Villacidro (CA) 1909 – Roma 1977) è considerato, a pieno titolo, uno dei massimi intellettuali italiani del ‘900. La sua attività ha spaziato dalla letteratura al Teatro, dal Cinema al giornalismo.

Per ricordarne la figura e l’opera, nell’ambito delle manifestazioni per il quarantennale della sua morte, l’ACSIT (Associazione Culturale Sardi in Toscana) e la Fondazione Dessì, in collaborazione con l’Università degli studi di Firenze, hanno organizzato una serata dedicata a Giuseppe Dessì.


17.00
PROGRAMMAZIONE

Manifesto

di Julian Rosefeldt, 2015, Germania/Australia, 95'

Questo film fa parte dei TOP DOC 

Il manifesto del Partito Comunista raccontato da un senzatetto, i motti dadaisti interpretati da una vedova durante un’orazione funebre, Dogma 95 spiegato da una maestra ai suoi allievi. Dodici personaggi (più uno) celebrano i movimenti artistici all’interno di altrettanti ambienti, attraverso un sorprendente collage di famosi manifesti del Novecento scritto da Julian Rosefeldt e interpretato dall’attrice australiana Cate Blanchett, vincitrice dell’Oscar.

Tra gli autori citati nel film: Filippo Tommaso Marinetti, Tristan Tzara, Kazimir Malevich, André Breton, Claes Oldenburg, Yvonne Reiner, Sturtevant, Adrian Piper, Sol LeWitt e Jim Jarmusch.

The Communist Manifesto narrated by a homeless, dadaist’s mottos played by a widow during a funeral oration, Dogma 95 described by a school teacher to her students. 13 distinct characters celebrate artistic movements in different scenarios, through a witty collage of famous manifestos from the 20th century written by Julian Rosefeldt and interpreted by Oscar-winning Australian actress Cate Blanchett.

Some of the authors mentioned in the movie are: Filippo Tommaso Marinetti, Tristan Tzara, Kazimir Malevich, André Breton, Claes Oldenburg, Yvonne Reiner, Sturtevant, Adrian Piper, Sol LeWitt e Jim Jarmusch.


Biglietto intero 8,00 € / ridotto 6,50 € 


19.00
PROGRAMMAZIONE

Hokusai dal British Museum

di Patricia Wheatley, 2017, Stati Uniti, 90'

Questo film fa parte dei TOP DOC 

Hokusai, classe 1760, è l’artista giapponese che più di ogni altro ha rivoluzionato la storia dell’arte moderna occidentale.
La sua opera più conosciuta, La Grande Onda, è così famosa da essere stata copiata e riprodotta quanto la Monna Lisa di Leonardo. Con La Grande Onda e la serie delle 100 viste del Monte Fuji, Hokusai ha infatti ispirato artisti come MonetVan Gogh e Picasso e, con i suoi emoji, è stato e rimane a tutti gli effetti il padre del manga moderno, oltre che un’inesauribile fonte di spunti per gli artisti di oggi.

Hokusai dal British Museum è il primo documentario inglese dedicato al celebre Katsushika Hokusai (1760-1849). Al nostro fianco per guidarci nella scoperta del pittore ci saranno studiosi appassionati e artisti che hanno subito l’influenza di questo grande maestro, tra cui David Hockneye il pittore giapponese Ideguchi Yuki. Dopo una prima parte dedicata alla vita del pittore, il film evento guiderà lo spettatore in una visita esclusiva attraverso le sale della grande mostra del British Museum Hokusai: beyond the Great Wave (aperta sino al 13 agosto). Presentato dallo storico dell’arte Andrew Graham-Dixon con gli artisti Grayson PerryKate Malone e Maggi Hambling, il tour è stato creato appositamente per il pubblico del cinema.


Biglietto intero 8,00 € / ridotto 6,50 € 


21.00
PROGRAMMAZIONE

Così parlò De Crescenzo

di Antonio Napoli, Serena Corvaglia, 2017, Italia, 76'

Nato a Napoli, Luciano De Crescenzo dopo aver studiato e lavorato 20 anni come ingegnere presso la IBM ha iniziato la sua carriera come scrittore e divulgatore di successo della filosofia e mitologia greca. Luciano è stato anche disegnatore, fotografo, sceneggiatore, regista, attore, presentatore televisivo e poeta. Tra il presente e il passato, il film ci trasporta lungo un viaggio alla scoperta di un grande uomo contemporaneo, storico compagno di avventure di Renzo Arbore, amico di Federico Fellini, spesso chiacchierato per i suoi flirt con bellissime donne tra cui l’amica di sempre Isabella Rossellini. Attraverso la sua vita, i suoi libri e i suoi film, Luciano De Crescenzo ci trasmette con emozione tutta la potenza delle preziose qualità che più lo contraddistinguono: semplicità, ironia e un’infinita gioia di vivere.

“In IBM è molto importante il grado di ogni persona. Io sono diventato al massimo direttore di primo livello, e avevo come segno di
riconoscimento una caraffa per bere l’acqua e due bicchieri. Il mio capo invece nel suo ufficio, aveva una caraffa e quattro bicchieri.
Il capo del mio capo, che era il direttore di tutto il distretto aveva una caraffa e sei bicchieri. Ogni volta che uno entra in un ufficio in
IBM, non guarda mai di fronte, guarda subito a destra per vedere quanti bicchieri ci sono, per sapere con chi ha a che fare. Ora, siccome io non volevo vivere tutta la vita mia per arrivare a 'sei bicchieri' ho preferito andare via.” Luciano de Crescenzo


17.00
PROGRAMMAZIONE

Hokusai dal British Museum

di Patricia Wheatley, 2017, Stati Uniti, 90'

Questo film fa parte dei TOP DOC 

Hokusai, classe 1760, è l’artista giapponese che più di ogni altro ha rivoluzionato la storia dell’arte moderna occidentale.
La sua opera più conosciuta, La Grande Onda, è così famosa da essere stata copiata e riprodotta quanto la Monna Lisa di Leonardo. Con La Grande Onda e la serie delle 100 viste del Monte Fuji, Hokusai ha infatti ispirato artisti come MonetVan Gogh e Picasso e, con i suoi emoji, è stato e rimane a tutti gli effetti il padre del manga moderno, oltre che un’inesauribile fonte di spunti per gli artisti di oggi.

Hokusai dal British Museum è il primo documentario inglese dedicato al celebre Katsushika Hokusai (1760-1849). Al nostro fianco per guidarci nella scoperta del pittore ci saranno studiosi appassionati e artisti che hanno subito l’influenza di questo grande maestro, tra cui David Hockneye il pittore giapponese Ideguchi Yuki. Dopo una prima parte dedicata alla vita del pittore, il film evento guiderà lo spettatore in una visita esclusiva attraverso le sale della grande mostra del British Museum Hokusai: beyond the Great Wave (aperta sino al 13 agosto). Presentato dallo storico dell’arte Andrew Graham-Dixon con gli artisti Grayson PerryKate Malone e Maggi Hambling, il tour è stato creato appositamente per il pubblico del cinema.


Biglietto intero 8,00 € / ridotto 6,50 € 


19.00
PROGRAMMAZIONE

Manifesto

di Julian Rosefeldt, 2015, Germania/Australia, 95'

Questo film fa parte dei TOP DOC 

Il manifesto del Partito Comunista raccontato da un senzatetto, i motti dadaisti interpretati da una vedova durante un’orazione funebre, Dogma 95 spiegato da una maestra ai suoi allievi. Dodici personaggi (più uno) celebrano i movimenti artistici all’interno di altrettanti ambienti, attraverso un sorprendente collage di famosi manifesti del Novecento scritto da Julian Rosefeldt e interpretato dall’attrice australiana Cate Blanchett, vincitrice dell’Oscar.

Tra gli autori citati nel film: Filippo Tommaso Marinetti, Tristan Tzara, Kazimir Malevich, André Breton, Claes Oldenburg, Yvonne Reiner, Sturtevant, Adrian Piper, Sol LeWitt e Jim Jarmusch.

The Communist Manifesto narrated by a homeless, dadaist’s mottos played by a widow during a funeral oration, Dogma 95 described by a school teacher to her students. 13 distinct characters celebrate artistic movements in different scenarios, through a witty collage of famous manifestos from the 20th century written by Julian Rosefeldt and interpreted by Oscar-winning Australian actress Cate Blanchett.

Some of the authors mentioned in the movie are: Filippo Tommaso Marinetti, Tristan Tzara, Kazimir Malevich, André Breton, Claes Oldenburg, Yvonne Reiner, Sturtevant, Adrian Piper, Sol LeWitt e Jim Jarmusch.


Biglietto intero 8,00 € / ridotto 6,50 € 


21.00
PROGRAMMAZIONE

Manifesto

di Julian Rosefeldt, 2015, Germania/Australia, 95'

Questo film fa parte dei TOP DOC 

Il manifesto del Partito Comunista raccontato da un senzatetto, i motti dadaisti interpretati da una vedova durante un’orazione funebre, Dogma 95 spiegato da una maestra ai suoi allievi. Dodici personaggi (più uno) celebrano i movimenti artistici all’interno di altrettanti ambienti, attraverso un sorprendente collage di famosi manifesti del Novecento scritto da Julian Rosefeldt e interpretato dall’attrice australiana Cate Blanchett, vincitrice dell’Oscar.

Tra gli autori citati nel film: Filippo Tommaso Marinetti, Tristan Tzara, Kazimir Malevich, André Breton, Claes Oldenburg, Yvonne Reiner, Sturtevant, Adrian Piper, Sol LeWitt e Jim Jarmusch.

The Communist Manifesto narrated by a homeless, dadaist’s mottos played by a widow during a funeral oration, Dogma 95 described by a school teacher to her students. 13 distinct characters celebrate artistic movements in different scenarios, through a witty collage of famous manifestos from the 20th century written by Julian Rosefeldt and interpreted by Oscar-winning Australian actress Cate Blanchett.

Some of the authors mentioned in the movie are: Filippo Tommaso Marinetti, Tristan Tzara, Kazimir Malevich, André Breton, Claes Oldenburg, Yvonne Reiner, Sturtevant, Adrian Piper, Sol LeWitt e Jim Jarmusch.


Biglietto intero 8,00 € / ridotto 6,50 € 


18:00
Omaggio a John Coltrane

Chasing Trane: the John Coltrane Documentary

di John Scheinfeld, 2016, durata: 99 Min.

Scritto e diretto dal premiato documentarista John Scheinfeld (The U.S. Vs John Lennon) il film è realizzato con la piena partecipazione della famiglia Coltrane e il supporto delle etichette discografiche che detengono i diritti del catalogo del musicista. Scheinfeld dimostra le sue grandi capacità di narratore nella creazione di un racconto ricco, ben strutturato capace di portare il pubblico dentro luoghi sconosciuti.

In opposizione al paesaggio culturale e sociopolitico dell'epoca, Chasing Trane riscopre John Coltrane come un essere multidimensionale, invitando gli spettatori a dialogare con l'uomo e l'artista.


21:30
Concerto

Io, John Coltrane – Quartetto per cinque elementi

Daniela Morozzi & Stefano Cocco Cantini, Francesco Maccianti, Ares Tavolazzi, Piero Borri

Il sassofonista che più di ogni altro ha influenzato il panorama musicale del secondo novecento. In scena un concerto con scrittura drammaturgica per raccontare John Coltrane: l’uomo, il musicista, le sue paure, le sue ossessioni, i suoi desideri.

Daniela Morozzi & Stefano Cocco Cantini, Francesco Maccianti, Ares Tavolazzi, Piero Borri

Regia Eugenio Allegri
Testo Valerio Nardoni Leonardo Ciardi
Musiche Living Coltrane 4tet
Luci Beatrice Ficalbi

BIGLIETTI
intero 18€
ridotto 16€ arci
ridotto 10€ under 25