Revelstoke: la storia di Anna e Angelo, cento anni dopo

Erano gli inizi del 1900 ed era in corso il più grande esodo della storia contemporanea che ha visto oltre 29 milioni di persone lasciare l’Italia. Angelo Conte, emigrato veneto che come molti italiani lasciò il Paese in cerca di una vita migliore, morì nel 1915 quando stava lavorando alla realizzazione del tunnel più lungo del Nord America e sul tragico incidente calò un silenzio durato cento anni.

Il ritrovamento del carteggio tra Angelo e la moglie Anna, incinta della prima loro figlia e rimasta in Italia, ha spinto il regista, Nicola Moruzzi, a voler compiere quello stesso viaggio, per ottenere risposte sulle proprie origini e cercare di raggiungere la tomba del bisnonno, sulla quale nessuno per un secolo ha messo fiori.

Un “on the road” utopico, in cui non sono mancate le sorprese e le scoperte, i paesaggi e gli incontri.

FacebookTwitterWhatsAppEmail