Ad ‘Apriti Cinema’ il docufilm ‘When God Sleeps’, sul musicista Shahin Najafi

Martedì 17 luglio (ore 22.00), all’arena estiva al piazzale degli Uffizi a Firenze, ‘Apriti Cinema’, per la rassegna ‘Middle East Now, The Colors of Feelings, il Medio Oriente raccontato dai colori e dalle emozioni’, sul tema del Verde – a simboleggiare l’Iran, ma anche la speranza e la voglia di riscatto – in programma il documentario ‘When god sleeps’ di Till Schauber (Iran, USA, Germania, 2017, 98’), presentato alla presenza del regista e della produttrice della pellicola, Sara Nodjoumi.

Il documentario racconta l’incredibile storia del musicista iraniano Shahin Najafi, costretto ad un esilio in Germania, dove vive in clandestinità, a causa di una condanna a morte per blasfemia. La ‘fatwa’ nei suoi confronti è stata decretata dopo che l’artista ha scritto canzoni hip hop incentrate su temi d’attualità nel suo paese, come la censura, la denuncia della teocrazia, gli abusi sulle donne e l’oppressione dei loro diritti.

La frenetica fuga dell’artista nella città tedesca di Colonia lo porterà verso un’incredibile avventura, nella quale – ironia della sorte – s’innamora della nipote del Primo Ministro della Repubblica Islamica dell’Iran. Una sorta di Romeo e Giulietta in chiave moderna, che si svolge sullo sfondo degli attacchi terroristici del Bataclan di Parigi nel 2015, e delle accese reazioni della destra europea contro i rifugiati mediorientali.

FacebookTwitterWhatsAppEmail