dal 24 gennaio 2020

Scherza con i fanti

Una riflessione sul senso delle guerre in Italia

Da un lato un inno alla pace, dall’altro un viaggio tragicomico nella recente storia d’Italia, nel tentativo di scandagliare il difficile, sofferto e ironico rapporto del popolo italiano con il mondo militare e più in generale con il potere. Tutto questo attraverso i canti popolari e quattro diari di guerra di autori molto diversi tra loro: un soldato lombardo del Regio Esercito all’indomani dell’Unità d’Italia; un autista viterbese che nel 1935 andò a combattere in Etiopia; una giovane donna cattolica e di estrazione borghese che divenne partigiana; un sergente della Marina militare napoletano che ha prestato servizio nelle missioni di pace internazionali.

Da acuto ed esperto ricercatore qual è Gianfranco Pannone ci offre un’occasione di riflessione lontana dalla retorica pacifista di maniera sul senso che le guerre hanno avuto per il popolo italiano.
La scelta di utilizzare quattro diari di epoche diverse, accompagnandoli con immagini e musiche che facciano loro da supporto significativo, risulta molto interessante ed efficace. In particolare colpisce la cronaca di una delle pagine buie del Risorgimento: la rappresaglia compiuta dall’esercito sabaudo a Pontelandolfo nel 1861.
Giancarlo Zappoli (MyMovies.it)


>> Venerdì 24, ore 19.00 anteprima alla presenza del regista
Ingresso gratuito con tessera IOinCOMPAGNIA


REGIA: Gianfranco Pannone
ANNO: 2019
PAESE: Italia
DURATA: 72 minuti
INGRESSO: 5€ int/ 4€ rid
Anteprima gratuita con tessera IOinCOMPAGNIA
v.o. in italiano

 

FacebookTwitterWhatsAppEmail

SPETTACOLI | VAI AL PROGRAMMA

Alla presenza dell’autore:
VENERDì 24, ORE 19.00

Repliche:
DOMENICA 26, ORE 15.00
LUNEDì 27, ORE 17.00