Firenze Archeofilm: i titoli premiati della quarta edizione

Grande successo di pubblico per il festival dedicato ad archeologia, arte e ambiente che ha dedicato la quarta edizione all’Ucraina e al suo popolo

Premio del Pubblico e Premio dell’Università di Firenze

Vincitore di due premi, quello del pubblico e quello dell’Università di Firenze, il film del regista Olivier Bourgeois Il giuramento di Ciriaco: la pellicola, presentata al festival in anteprima nazionale, nonostante il tragico momento in cui è stata girata (durante la guerra civile siriana nel 2012) vuol lanciare un messaggio di speranza e di possibile riscatto da ogni conflitto. Perché la cultura, intesa come conoscenza dell’altro, può e deve essere un’alternativa ai conflitti che continuano a coinvolgere l’umanità.

Premio Museo Fiorentino di Preistoria

Il premio della giuria del Museo Fiorentino di Preistoria è andato invece a Homo sapiens, les nouvelles origines, di Olivier Julien che documenta il rinvenimento di un uomo di 300.000 anni fa in una grotta del Marocco la cui datazione riscrive la storia della nostra specie.

Premio Archeologia Viva per la comunicazione dell’ambiente

Songs of the Water Spirits del regista Nicolò Bongiorno ha vinto il “Premio Archeologia Viva per la comunicazione dell’ambiente”. La pellicola è interamente girata in Ladakh, una regione dell’Himalaya in profonda trasformazione, dove un cambiamento climatico accelerato e uno sviluppo rampante stanno mettendo a rischio l’ambiente e la stessa identità dei suoi abitanti.

FacebookTwitterWhatsAppEmail