dal 01 maggio 2017

Best Of – Maggio 2017

Best Of è una rassegna che ripropone in sala i documentari più belli degli ultimi anni, ad un prezzo speciale.
Titoli che hanno incontrato il successo di pubblico e critica, che hanno trionfato ai grandi festival internazionali o che, semplicemente, non potete perdere.

Ingresso il lunedì: intero 5€ / ridotto €4 (spettacolo delle 15.00 sempre ridotto)
 


LUNEDì 1 MAGGIO, ORE 15.00 E 21.00 
MARTEDì 2 MAGGIO, ORE 19.00

MERCOLEDì 3 MAGGIO, ORE 17.00

OASIS: SUPERSONIC

di Mat Whitecross, 2016, durata: 122 min

What’s the story, morning glory? Chiede una ragazza americana al 27enne che sta dall’altra parte del telefono. L’anno è il 1994, il ragazzo è un certo Noel, chitarrista degli Oasis, e nessuno dei due sa che di lì a un anno quella frase diventerà il titolo di uno degli album più belli di sempre. Partendo dal concerto di Knebworth del 1996 che sancisce, con i suoi 250mila spettatori, l’ingresso della band nell’olimpo delle rock ‘n’ roll stars, il documentario ripercorre l’ascesa dei due fratelli Gallagher, dalla provincia inglese fino al successo planetario.

 


LUNEDì 8 MAGGIO, ORE 15.00 E 21.00
MARTEDì 9 MAGGIO, ORE 19.00
MERCOLEDì 10 MAGGIO, ORE 17.00

WHERE TO INVADE NEXT

di Michael Moore, 2016, durata: 119 min

Gli Stati Uniti non riescono più a vincere una guerra e così Michael Moore si propone di partire in missione solitaria per conto del Pentagono. Obiettivo? Invadere alcune nazioni europee “saccheggiando” da ognuna qualcosa di positivo da riportare in patria, come il sistema italiano delle ferie o le mense scolastiche francesi. Il tutto condito con lo stile ironico e provocatorio che ha sempre distinto le sue docu-inchieste.

 


LUNEDì 15 MAGGIO, ORE 15.00 E 21.00
MARTEDì 16 MAGGIO, ORE 19.00
MERCOLEDì 17 MAGGIO, ORE 17.00

THE WOLFPACK

di Crystal Moselle, 2015, durata: 90 min

I 6 fratelli Angulo camminano lungo la First Avenue di Manhattan vestiti come le “iene” di Tarantino. Crystal Moselle, all’epoca studentessa, li incrocia per caso e vuole conoscerli. Seguendoli a casa scopre una storia incredibile: per 14 anni il padre-padrone li ha tenuti segregati per proteggerli dalla corruzione del mondo, permettendo un solo canale di evasione: il cinema. Cuore del film, vincitore del Gran Premio della Giuria al Sundance 2015,  è “il paradosso per cui degli esseri umani avulsi dalla cultura contemporanea siano diventati dei simulacri post-moderni”. (Filippo Zoratti, Mediacritica).

 


LUNEDì 22 MAGGIO, ORE 15.00 E 21.00
MARTEDì 23 MAGGIO, ORE 19.00
MERCOLEDì 24 MAGGIO, ORE 17.00

FINDING VIVIAN MAIER

di John Maloof e Charlie Siskel, 2013, durata: 83 min

Alla ricerca di materiale per un libro sul Portage Park di Chicago nel 2007 John Maloof, appassionato di storia locale, si aggiudica all’asta una valigia piena di negativi da sviluppare. Dalla polvere porterà alla luce un vero e proprio tesoro fotografico che solo qualche anno dopo scoprirà appartenere a una donna dal talento incredibile che per tutta la vita ha celato la sua arte, preferendo fare da babysitter ai figli dell’alta società. Quella donna, scomparsa nel 2009, è Vivian Maier ed è oggi considerata una delle fotografe di strada più importanti d’America.

 


LUNEDì 29 MAGGIO, ORE 15.00 E 21.00
MARTEDì 30 MAGGIO, ORE 19.00
MERCOLEDì 31 MAGGIO, ORE 17.00

LA MARCIA DEI PINGUINI

di Luc Jacquet, 2005, durata: 80 min

Dall’alba dei tempi il cammino riproduttivo del pinguino imperatore è più simile a un’odissea che a una dolce attesa. Permettere ai piccoli di nascere vuol dire combattere il freddo estremo, le correnti e i venti dell’Oceano Antartico, spostandosi dalle aride distese del sud al nord pescoso. Solo l’amore e l’istinto possono guidare questi bellissimi uccelli attraverso terre che per qualunque altro essere vivente sarebbero fatali. Campione d’incassi in Francia, nel 2006 è stato premiato con l’Oscar come miglior documentario.

FacebookTwitterWhatsAppEmail