‘Archeologia al cinema’: Firenze Archeofilm dopo la tappa fiorentina annuncia il tour

Un incontro dedicato al festival di Arte Archeologia e Ambiente che presenta il best of dell’edizione 2022 e annuncia le tappe del tour in Italia.


Nell’ambito della programmazione de La valigia dei sogni , gli incontri di approfondimento sul cinema organizzati presso la sede di Mediateca Toscana, il mese di Maggio si apre con con un approfondimento sul tema Archeologia al CinemaLunedì 2 maggio (ore 16.45, ingresso libero), tra immagini di film, foto e articoli della rivista Archeologia Viva, il festival Firenze Archeofilm – la cui IV edizione si è tenuta dal 2 al 6 marzo scorsi – ripercorre il meglio dell’edizione 2022 del festival e presenta il tour italiano. L’incontro sarà anche l’occasione per proiettare il film pluripremiato Il busto di Nefertiti: nascita di un’icona del regista Jean-Dominique Ferrucci (durata: 17 minuti).
Ad ogni partecipante sarà distribuita gratuitamente una copia gratuita della rivista Archeologia Viva.

Ingresso libero, consigliata la prenotazione a: segreteria@fst.it

FIRENZE ARCHEOFILM IN TOUR: TRA PROIEZIONI E OSPITI IN TUTTA ITALIA

Da giugno a ottobre il meglio di “Firenze Archeofilm”, il Festival di Archeologia Arte Ambiente che si tiene ogni anno nel capoluogo toscano, si sposta nelle principali piazze d’Italia. Una grande occasione per il pubblico appassionato di storia antica e recente per poter rivedere una selezione dei titoli più acclamati (e premiati) nel festival fiorentino. Quest’anno si parte a giugno dalla Maremma, a Grosseto, per fare tappa successivamente a Perugia, Vieste, Centuripe, Aquileia, Varese, Napoli. Da nord a sud ogni Festival avrà una programmazione ad hoc così come variano gli ospiti che intrattengono il pubblico tra una proiezione e l’altra (tra questi Paolo Mieli e Alberto Angela).

LE TEMATICHE PRINCIPALI DEL FESTIVAL

Tra i temi al centro delle pellicole: le ultimissime scoperte di nuove specie di dinosauri e mostri marini, la storia degli Incas alla luce dei recenti scavi in Perù, il ricco patrimonio sommerso della nostra Penisola, il segreto del volto di Nefertiti intramontabile icona di bellezza, i 2000 anni del capolavoro architettonico del VaticanoPompei in 3d, la verità su Stonehenge, i misteri (risolti e irrisolti) delle piramidi, le novità più eclatanti sulla preistoria e i nostri antenati e molto altro. Al termine delle proiezioni di ogni evento del “Festival diffuso” il pubblico in veste di giura popolare dà un voto alle pellicole proposte contribuendo così all’assegnazione del “Premio Archeofilm”.

Facebook
Twitter
WhatsApp
Email

21/04/2022

FacebookTwitterWhatsAppEmail