Cinema e donne: una mostra per raccontare il festival visto dagli studenti

Il Festival internazionale di Cinema e Donne propone quest’anno una mostra di manifesti, risultato di un “esperimento” fatto insieme ai ragazzi studenti dell’Accademia di Design e Comunicazione Cappiello.

E’ stato proposto a un gruppo di allievi di inventare un manifesto alternativo per il festival, mantenendo il titolo dell’edizione 2019 Madri delle Storie e rappresentando il rapporto delle donne con il cinema.

Gli allievi sono stati seguiti da Gianni Dorigo che è da molti anni l’autore dei quadri da cui nascono i manifesti del festival, edizione 2019 compresa.

Nelle proposte ricevute, che sono esposte nel foyer del cinema La Compagnia, emerge la centralità del corpo femminile declinato in diverse maniere: silhoulette ritagliata alla maniera di Lotte Reininger (ph Chiara Arcieri), contorni di nuvola fiorita che riprende elementi naturali (ph Caterina Ieri), femme fatale con boa rosa e macchina da presa al posto della testa (ph Chiara Mulas), nudo in rapporto confidente ed erotico con la Macchina da presa (ph Camilla Soldi).

A livello di rappresentazione corporea è molto presente l’uso della sineddoche, l’antica figura retorica, amatissima dal cinema, in cui la parte visibile allude all’intero che non è mostrato. Esemplari gli occhi multipli di Thais Vargas, con la citazione di Francois Truffaut.

E ancora l’occhio con ciglia stilizzato, che Giada Bambini include nella cinepresa in rapporto paritario con l’altro occhio bobina che si suppone maschile; omaggio alle donne d’Asia e d’Africa nel manifesto proposto da Stefano de Girolamo; Annalisa Bardelli privilegia le mani, in primo piano e nitide; i capelli sono materia duttile e seducente nella sperimentazione di Carlotta Virgilio, in cui una potente chioma sembra lanciare verso il futuro una bobina di film. Sara Gori propone una metafora del Festival come megafono che amplifica quello che le donne dicono attraverso il cinema.

I manifesti sono esposti al cinema La Compagnia fino a domenica 24 Novembre

 

 

FacebookTwitterWhatsAppEmail