05 febbraio 2020

[Concerto] Kayhan Kalhor & Behnam Samani

Nella particolare concezione persiana, l’improvvisazione musicale è il culmine di un processo che inizia con l’apprendimento del radif (“struttura, schema, ordinamento”), un insieme di composizioni trasmesso di generazione in generazione in modo orale/aurale (sine be sine) da maestro ad allievo. Allo stesso modo, in poesia, si richiede a un poeta di imparare a memoria migliaia di versi, prima di iniziare a comporne egli stesso. Attraverso la creatività, la sensibilità, la memoria orale, la padronanza del proprio strumento, l’interprete/improvvisatore/compositore può giungere dopo anni ad un tipo di improvvisazione che, secondo una definizione etnomusicologica, è una “composizione in tempo reale”, nella quale l’interprete si crea dei percorsi come in un viaggio che l’ascoltatore, attento musicofilo incantato, sa seguire. Di là dall’improvvisazione, il concerto che propongono i maestri Kalhor e Samani è basato sull’ispirazione che può giungere loro nell’istante senza tempo, nello stato di grazia (hāl), stato che potrà arrivare a toccare gli ascoltatori più attenti e raccolti.

Kayahn Kalhor suona il kamanche, una viella ad arco a puntale. Solista di fama internazionale,
viene considerato uno degli ambasciatori della musica d’arte persiana nel mondo. Premiato con un Grammy, è uno dei membri del noto Silk Road Ensemble fondato dal violoncellista Yo-Yo Ma, con il quale continua a compiere tournée e per il quale compone regolarmente. Molto recentemente, il 27 ottobre 2019, è stato insignito del prestigioso WOMEX Artist Award; per l’occasione Kalhor ha dichiarato: “Il Premio costituisce un riconoscimento della ricca cultura dell’Iran la mia terra madre e dell’arte persiana senza tempo che fiorisce ed è amata in tutto il mondo. Mentre nel mondo compaiono forze che lottano per la divisione, i confini e l’intolleranza, la musica ci unisce e ci ricorda la nostra comune umanità”.

Behnam Samani suona il tamburo a calice detto tombak e il tamburo a cornice daf. Nel suo stile combina una sorprendente varietà di ritmi che affondano le loro radici nella musica persiana classica ma che si aprono alle influenze di altre culture portando ad un’ampia gamma di suoni, colori ed espressioni. Samani è stato tra i fondatori del gruppo di
percussioni Zarbang, ha suonato con i più noti musicisti iraniani e ha compiuto numerose tournée internazionali, soprattutto con l’ensemble Dastan.

Insieme, Kalhor e Samani parteciperanno all’Europatour 2020.


BIGLIETTI: PREZZO UNICO 25€

FacebookTwitterWhatsAppEmail

SPETTACOLI | VAI AL PROGRAMMA

MERCOLEDì 5 FEBBRAIO ORE 21.00