dal 22 dicembre 2018

Conversazione su Tiresia. Di e con Andrea Camilleri

Da quando non vedo più, vedo meglio

“Chiamatemi Tiresia”. Si apre così lo spettacolo scritto e interpretato da Andrea Camilleri e prodotto da Carlo degli Esposti per Palomar, andato in scena al Teatro Greco di Siracusa lo scorso 11 giugno 2018 di fronte a 4mila spettatori nell’ambito delle rappresentazioni classiche realizzate dall’Istituto Nazionale del Dramma Antico. La figura di Tiresia, mitico indovino cieco, presente in tutta la storia della letteratura, ha per molti anni incuriosito e affascinato Andrea Camilleri. Nella sua Conversazione Camilleri – o lo stesso Tiresia? – dialoga con Omero, Sofocle, Seneca, Dante, T.S. Eliot, Apollinaire, Virginia Woolf, Borges, Pound, Pavese, Primo Levi, così come con Woody Allen, che fa apparire Tiresia ne “La dea dell’amore”, con il Pasolini di “Edipo Re” e con i Genesis di “The Cinema Show”, il brano sulle cui note si apre lo spettacolo. La ricerca dello scrittore si snoda attraverso le epoche per raccontare un personaggio che è stato compiutamente sia donna sia uomo e che, come lo stesso scrittore, ha perso la vista.

COMMENTO DEL REGISTA

Il teatro è da sempre un procedere nel buio, a tentoni, cercando di comporre qualcosa che prefiguri il nostro essere più fragile e profondo. Il cammino di Tiresia è labirintico, paradossale, emozionante, come lo è la voce di Andrea quando risuona tra le pietre del teatro greco di Siracusa. Il film mostra un gigante della cultura mondiale che con calore e leggerezza confida agli spettatori il suo messaggio più intimo, il senso della vita e della letteratura.


REGIA: Roberto Andò
ANNO: 2018
PAESE: Italia
DURATA: 85 minuti

versione italiana

BIGLIETTI: unico 8€

FacebookTwitterWhatsAppEmail

SPETTACOLI | VAI AL PROGRAMMA

SABATO 22 DICEMBRE ORE 21.00
DOMENICA 23 DICEMBRE 19.00
GIOVEDì 27 DICEMBRE ORE 17.00
SABATO 29 DICEMBRE ORE 19.00
DOMENICA 30 DICEMBRE ORE 15.00