31 ottobre-02 novembre 2018

France Odeon 2018

Firenze intrattiene una lunga storia d’amore con il cinema francese e France Odeon fa ormai parte di questa storia da dieci anni. Dopo i primi tre giorni a La Compagnia, per celebrare questo importante anniversario, il Festival si sposterà per le ultime due giornate nel luogo che lo ha visto nascere: il Cinema Odeon.

PREZZI

intero 8€
ridotto 7€ *
abbonamento 5 spettacoli 30€
abbonamento 10 spettacoli 50€
biglietto evento di chiusura 10€

*rientrano nel ridotto gli under 35, i possessori di un biglietto del Museo Salvatore Ferragamo, i tesserati IOinCOMPAGNIA, Istituto Francese, Mediateca Regionale Toscana e Feltrinelli CartaPiù e MultiPiù.


PROGRAMMA CINEMA LA COMPAGNIA

 

Mercoledì  31 ottobre

18.30  | Inugurazione
Consegna dei premi L’essenza del Talento
Intermezzi della pianista Eliane Reyes.

A seguire | Film di apertura
Le retour du héros di Laurent Tirard  (90 min, v.o. sott. ita ed ing)
Cavallo bianco e divisa fiammante. Portamento marziale e baffi da seduttore. Il capitano Neuville (Jean Dujardin) è generosamente accolto dalla nobile famiglia dei Beaugrand. Prima di ripartire, sembrerebbe per andare alla guerra, s’impegna a sposare Pauline (Noémie Merlant) una delle due baronessine. Per alleviare le pene d’amore della sorella immalinconita, Elisabeth (Mélanie Laurent) la maggiore delle Beaugrand, escogita un piccolo imbroglio che dapprima avrà effetti positivi, ma al ritorno dell’eroe sarà motivo di non pochi problemi anche per sé stessa.

22.00
Le poulain di Mathieu Sapin  (97 min, v.o. sott. ita ed ing)
Arnaud Jaurès (Finnegan Oldfield), 25 anni, novizio in politica, grazie ad una circostanza del caso entra nella squadra di campagna elettorale di un candidato alle elezioni presidenziali. Diventa l’assistente di Agnès Karadzic (Alexandra Lamy), direttrice della comunicazione, donna di potere e di esperienza che lo attira e lo affascina. Senza risparmiarlo, lo inizia alle strategie di campagna elettorale, e, al suo fianco, lui osserva i colpi di scena e le rivalità in seno alla squadra, abbandonando a poco a poco la sua ingenuità per scalare le gerarchie, arrivando ad un incarico molto strategico.


Giovedì 1 novembre

16.00
Un peuple et son roi di Pierre Schoeller (121 min, v.o. sott. ita)
Una moderna Comédie Humaine su una delle pagine più celebri della storia francese. Pierre Schoeller descrive la lotta di Parigi per la libertà attraverso una pluralità di voci e punti di vista che vanno dalla lavandaia Françoise (Adèle Haenel), al vagabondo Basile (Gaspard Ulliel), al politico Robespierre (Louis Garrel). Una pluralità che si fa voce unica invocando l’emancipazione del popolo contro Luigi XVI (Laurent Lafitte).

18.15 |  Groupama per il Cinema e lo Sport presenta
Comme des garçons di Julien Hallard  (90 min, v.o. sott. ita ed ing)
Sarà presente la squadra di calcio femminile Fiorentina Women’s FC
Reims, 1969. Paul Coutard (Max Boublil), seduttore incallito e giornalista sportivo per il quotidiano «Le Champenois», decide di organizzare una partita di calcio femminile per sfidare il suo direttore durante la fiera annuale del giornale. La sua miglior nemica, Emmanuelle Bruno (Vanessa Guide), segretaria di direzione, si trova costretto ad assisterlo. Senza saperlo, si lanceranno insieme nella creazione della prima squadra femminile di calcio in Francia.

20.15
Première année di Thomas Lilti (92 min, v.o. sott. ita ed ing)
“Tre ore per rispondere a 72 domande: circa due minuti a domanda. Puoi solo reagire col riflesso di un rettile o semplicemente affidarti al caso. Questo mi fa pensare che i migliori, quelli che diventeranno medici, si avvicinano più ai serpenti che agli esseri umani.” La battuta pronunciata da uno dei due giovani protagonisti di Première année racchiude in sé il soggetto e il tono del nuovo film di Thomas Lilti sulle difficoltà e gli ostacoli che devono affrontare gli studenti dopo il Baccalauréat per intraprendere il corso di medicina.

22:15
Frères ennemis di David Oelhoffen (111 min,  v.o. sott. ita)
Reta Kateb e Matthias Shoenaerts. Non potevano essere che loro ad interpretare in Frères ennemis i due  amici fraterni con opposti destini che si ritrovano per la sfida finale: uno nei panni del poliziotto,  l’altro in quelli del criminale.  Guardateli con attenzione ma non provate a fare una classifica tra i due, perché sono entrambi il futuro del cinema non solo francese.


Venerdì 2 novembre

16.30  | Omaggio a Pascal Thomas
À cause des filles… et des garçons!? di Pascal Thomas  (100 min,  v.o. sott. ita ed ing) Anteprima mondiale
Questa esilarante commedia sexy di mezza estate parte da un originalissimo spunto: un neo-marito, appena conclusa la cerimonia nuziale in chiesa, scappa con l’amante, lasciando sbigottiti sposina e invitati che in attesa di un suo probabile ritorno si rassegnano a festeggiare il pranzo già pagato e sono costretti così a evocare alcune loro bizzarre esperienze amorose…

18.30
Un homme pressé di Hervé Mimran (100 min,  v.o. sott. ita ed ing)
Determinato. Cinico. Spietato. Alain (Fabrice Luchini) dirige la più importante azienda automobilistica francese, e pur di raggiungere gli obiettivi che si è posto non risparmia niente e nessuno, tanto meno sé stesso. Finché un giorno il fisico gli cede e un’ischemia lo mette fuori uso. Tutti gli voltano le spalle a partire dai vertici aziendali. L’unica persona che rimane a prendersi cura di lui è Jeanne (Leïla Bekhti) un’affabile ortofonista che lo aiuta a ritrovare l’uso della parola.

20.30
En liberté di Pierre Salvadori  (108 min,  v.o. sott. ita e ing)
Yvonne (Adèle Haenel), giovane ispettrice di polizia, scopre che suo marito, il capitano Santi, eroe locale morto sul campo, non era un poliziotto coraggioso e integro come lei pensava, ma una vera canaglia. Determinata a riparare i danni commessi da quest’ultimo, incrocerà il cammino di Antoine (Pio Marmai), ingiustamente incarcerato per otto lunghi anni da Santi. Un incontro inatteso e folle che sconvolgerà le loro vite.

22.30
Normandie nue di Philippe Le Guay (110 min, v.o. sott. ita ed ing)
Georges Balbuzard (François Cluzet) sindaco inquieto di un paese di allevatori della Normandia, non è più in grado di dare risposte alla grave crisi economica che investe l’intera popolazione. Così, per attrarre l’attenzione dei media accetta l’improbabile proposta di un artista di fama internazionale: realizzare una performance fotografica nella quale tutti gli abitanti di Mêle-sur-Sarthe poseranno nudi su un prato dove abitualmente pascolano le mandrie. Alcuni di loro accolgono la richiesta, altri la trovano gravemente offensiva.


Il festival continua il 3 e 4 novembre al Cinema Odeon.

FacebookTwitterWhatsAppEmail

SPETTACOLI | VAI AL PROGRAMMA

DAL 31 OTTOBRE AL 2 NOVEMBRE - CINEMA LA COMPAGNIA