fino al 05 marzo 2020

Show me the Picture: the story of Jim Marshall

Un artista fuori dagli schemi e una vita passata a combattere i propri demoni interiori. Jim Marshall si è tracciato il proprio percorso fino a diventare uno dei punti di riferimento della fotografia più anticonformista, che grazie alle sue lenti ci ha permesso di vedere la storia degli anni a cavallo tra i 60 e 70 .

Il suo approccio caparbio e sincero, unito al suo incredibile talento, lo ha portato a stringere amicizia e immortalare alcune delle più importanti icone della storia della musica: Bob Dylan, the Rolling Stones, the Beatles, the Who, fino alla celeberrima immagine di Jimi Hendrix mentre infuoca la sua chitarra, o lo scatto a Johnny Cash al carcere di San Quentin, definito da Jim stesso “la fotografia più rubata della storia del Rock”.

Quando fotografo le persone non mi piace dare alcuna indicazione. Non ci sono parrucchieri né make-up artist in giro. Sono come un giornalista, solo che uso una macchina fotografica; reagisco ai miei soggetti nel loro ambiente, e se va bene, mi immergo a tal punto nella situazione da diventare un tutt’uno con la mia fotocamera. (Jim Marshall)


REGIA: Alfred George Bailey
ANNO: 2019
DURATA: 92 min
PAESE: Gran Bretagna, USA
DISTRIBUITO DA: Zenit Distribution
INGRESSO: 6€ intero/ 5€ ridotto
v.o. ita

 


FacebookTwitterWhatsAppEmail

SPETTACOLI | VAI AL PROGRAMMA

LUNEDÌ 2, ORE 17.00 e 21.00
MARTEDÌ 3, ORE 17.00 e 19.00
GIOVEDÌ 5, ORE 21.00