22-23 settembre 2018

L’eredità delle donne

Le nostre giornate del patrimonio

A Firenze, prima città in Italia, va in scena un’iniziativa per celebrare finalmente quelle donne di valore che con le loro attività di scrittrici, scienziate, artiste, attrici, filosofe, pensatrici etc. hanno contribuito a rendere grande e unico il patrimonio culturale non solo fiorentino ma anche italiano.

Un festival itinerante di tre giorni – 21, 22, 23 settembre – realizzato proprio in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, dedicato al contributo femminile al progresso dell’umanità. Il progetto, con la direzione artistica di Serena Dandini, prevede un programma di appuntamenti dedicati al tema dell’empowerment femminile attraverso la cultura e l’intrattenimento, tra eventi di approfondimento e di spettacolo, con ospiti di portata nazionale e internazionale.

Il programma completo del festival si trova sul il sito www.ereditadelledonne.eu

PROGRAMMA

 

SABATO 22 SETTEMBRE

Ospiti della giornata: Franca Valeri, Sabrina Varani, Lina Wertmuller, Francesca Marciano, Valia Santella, Maura Misiti, Alice Rohrwacher.
Moderano: Serena Dandini, Adele Tulli, Simonetta Fiori, Elena Stancanelli, Laboratorio Immagine Donna

 

ORE 10.30 / Saletta Mymovies
MARATONA DI MERITO
Evento ad ingresso gratuito

Storie di merito raccontate da donne di The Circle Italia Onlus


ORE 11.00
BUON COMPLEANNO, FRANCA!
Evento ad ingresso gratuito con prenotazione (PRENOTAZIONI A QUESTO LINK)

Franca Valeri il 31 luglio ha compiuto 98 anni. Con un’ironia raffinata e acuta ha raccontato la nostra società attraverso i suoi personaggi. La sua è sempre stata una comicità originale e intelligente dalla quale traspare una profonda conoscenza della psiche umana. Per festeggiare questa straordinaria Grande Madre del Cinema Italiano il Festival proietterà il film ‘Il segno di Venere’. A introdurlo la stessa Valeri insieme a Serena Dandini.


ORE 14.30
INCONTRI RAVVICINATI
Evento ad ingresso libero fino ad esaurimento posti. A cura di Adele Tulli
Il documentario è racconto e memoria. E insieme è segno, visione, traccia, e sguardo. Ma più di tutto è incontro. Incontro ravvicinato con un frammento del Reale, che il mezzo cinematografico trasforma in ritratto, storia di vita. Con una selezione delle più interessanti produzioni internazionali, la rassegna ‘Incontri Ravvicinati’ presenta una maratona di documentari biografici che rende omaggio a donne che da ogni latitudine hanno segnato e raccontato la storia, contribuendo a cambiare la nostra visione del mondo.

La giornata è dedicata alla memoria, attraverso due racconti sulla rimozione collettiva di pagine violente del nostro passato. Lo sguardo intimo delle registe mette in connessione, come fa il femminismo, il personale con il politico, portando sullo schermo storie familiari che svelano nuove prospettive sugli eventi della Storia.

a seguire
El pacto de adriana di Lissette Orozco racconta il Chile di Pinochet attraverso un terribile segreto di famiglia


ORE 17.00
Pagine Nascoste affronta i baratri rimossi del fascismo Italiano, seguendo la ricerca personale di Francesca Melandri tra le pieghe occultate della biografia di suo padre Franco. A seguire Q&A con la regista Sabrina Varani e Adele Tulli.


ORE 19.00
IL SENSO DELLE DONNE PER IL CINEMA
Evento ad ingresso libero fino ad esaurimento posti
Mentre le donne intese come personaggi e attrici sono un punto cardine dello spettacolo, le registe e le sceneggiatrici come tali sono quasi un complemento.
Dialogo tra donne che da dietro le quinte raccontano la settima arte e scrivono per il cinema valorizzando le potenzialità di uno sguardo al femminile.

Francesca Marciano (Scrittrice e sceneggiatrice), Valia Santella, (Regista e sceneggiatrice), Maura Misiti, (Ricercatrice), Alice Rohrwacher (Regista), Adele Tulli (Documentarista).

Modera: Simonetta Fiori, giornalista


ORE 20.30
OMAGGIO A LINA WERTMÜLLER
Ingresso libero fino ad esaurimento posti
Elena Stancanelli intervista Lina Wertmüller.
Introducono : Maresa d’Arcangelo e Paola Paoli, Direttrici del Festival Internazionale di Cinema e Donne
L’Eredità delle Donne, in collaborazione con il Festival Internazionale di Cinema e Donne di Firenze, ha scelto di rendere omaggio a Lina Wertmüller, Grande Madre del cinema italiano. La regina della commedia sociale italiana, tuttora risulta la regista italiana più conosciuta nel mondo, nonché amatissima dalla critica e dal pubblico. Attraverso i suoi film possiamo agevolmente ripercorrere la storia del Paese, del costume e dei rapporti tra uomini e donne dal dopoguerra in poi. Il film che ha scelto lei stessa di presentare: Un complicato intrigo di donne, vicoli e delitti, molto premiato, ne è un bell’esempio.

a seguire
Un complicato intrigo di donne, vicoli e delitti di Lina Wertmüller (Italia, 1986, durata: 109 min).

In una Napoli segnata da delinquenza e malavita, l’ex prostituta Nunziata (Ángela Molina) si trova coinvolta in una misteriosa catena di omicidi legata allo spaccio di eroina. Scoprirà un’amara quanto sconvolgente verità. Un film ruvido e appassionante, che incrocia impegno civile, melodramma popolare e indagine gialla. L’approccio sanguigno della Wertmüller trova terreno fertile nel mettere in scena una vicenda dalle tinte forti, sagace nel dare spazio (e forza) alle figure femminile, la cui fragilità ferita emerge per contrasto dal degrado di una Napoli iperrealistica.



DOMENICA 23 SETTEMBRE

Ospiti della giornata Carlo Ducci. Modera Adele Tulli, festival NICE

 

ORE 09.00
INCONTRI RAVVICINATI
Evento ad ingresso libero fino ad esaurimento posti. A cura di Adele Tulli
La giornata è caratterizzata da due incontri ravvicinati con artiste scandalose e controcorrente, che in luoghi, tempi e con linguaggi diversi hanno lasciato un segno profondo nel loro campo. Questi ritratti intimi ci restituiscono personaggi indimenticabili, il cui coraggio e il cui genio sono un’eredità da custodire con cura.

a seguire
Chavela di Catherine Gund, Daresha Kyi è l’appassionato omaggio di due giovani registe all’irriverente e leggendaria cantante messicana Chavela Vargas.


ORE 11.00
Franca: caos e invenzione   è il ritratto intimo da parte del figlio di Franca Sozzani, storica direttrice e anima di Vogue Italia, pioniera indiscussa della moda internazionale. In collaborazione con N.I.C.E. New Italian Cinema Events. Con Carlo Ducci con Adele Tulli.


ORE 16.30
Premiazione della CACCIA AL TESORO FOTOGRAFICA

FacebookTwitterWhatsAppEmail