08-09 Giugno 2022

Made in Sardegna – Un’isola di film 2022

Per l’Estate Fiorentina, una finestra sulla Sardegna come terra di cinema e vivaio di nuovi talenti. La quinta edizione di Made in Sardegna è a La Compagnia l’8 e il 9 giugno ad ingresso gratuito.

La rassegna, promossa sempre dall’ACSIT-Associazione Culturale Sardi in Toscana, in collaborazione con Sardegna Film Commission, è incentrata su argomenti strettamente legati alla Sardegna, sempre alla presenza degli autori e con una particolare attenzione, quest’anno, allo scrittore Sergio Atzeni (1952-1995) del quale, ricorre il 70° anniversario della nascita, e al premio Nobel Grazia Deledda (1872-1936) della quale si festeggia il 150° anniversario della nascita. A loro sono dedicati i documentari Madre Acqua. Frammenti di vita di Sergio Atzeni(2015) di Daniele Atzeni, e Grazia Deledda la rivoluzionaria (2021) di Cecilia Mangini e Paolo Pisanelli.

In programma ci sono  inoltre Argento Vivo di Stefania Porcheddu, la storia dell’Argentiera raccontata dagli ultimi abitanti del paese abbandonato. “Rondò final di Gaetano Crivaro, Margherita Pisano e Felice D’Agostino, uno straordinario assemblaggio di immagini e filmati d’archivio (a partire dagli anni ’20) che ci trasportano, come in un magico caleidoscopio, dentro la sfilata per la festa di S.Efisio a Cagliari, con tanti flash e stimoli visivi che ci fanno guardare il passato con uno sguardo diverso e nuovo.Arbores – Storia di una deforestazione” di Francesco Bussalai, sulla speculazione selvaggia guidata dal governo piemontese dei Savoia che fece radere al suolo l’ottanta percento dei boschi della Sardegna. Infine i due brevi documentari Una vita insiemedi Giuseppe Della Maria, storia di due fratelli gemelli centenari che vivono in Garfagnana, e “Faulas” di Massimiliano Nocco, quindici minuti di pura poesia su una Sardegna tra sogno e realtà, passato e presente.

Programma


Mercoledì 8 Giugno

19.00 | “GRAZIA DELEDDA, LA RIVOLUZIONARIA” di Cecilia Mangini e Paolo Pisanelli – 2021, 53’ – Alla presenza del regista Paolo Pisanelli
Un viaggio cinematografico per scoprire attraverso documenti e manoscritti inediti il mondo della scrittrice ed etnografa sarda, Grazia Deledda. Prima donna e scrittrice italiana ad ottenere il Premio Nobel per la letteratura nel 1926. Grazia Deledda è rivoluzionaria, supera i recinti della cultura maschilista e impone il suo percorso creativo di artista e di donna. Nel 2021 ricorre il 150esimo anniversario dalla nascita.

21.00| “ARGENTO VIVO” di Stefania Porcheddu – 2021, 31’ – Alla presenza della regista
Un viaggio generazionale nella miniera di ieri e in quella di oggi, raccontato attraverso lo sguardo di chi ha amato e ama questa terra.

a seguire “ARBORES – STORIA DI UNA DEFORESTAZIONE” di Francesco Bussalai – 2021, durata 62′ – Alla presenza del regista
Il film ricostruisce la storia della scellerata deforestazione iniziata nell’800 per mano del governo piemontese dei Savoia che, nonostante abbia avuto conseguenze tanto durature e pervasive, oggi è ignota ai più.

 

Giovedì 9 Giugno

19.00 | “UNA VITA INSIEME” di Giuseppe Della Maria – 2017, 18’ – Alla presenza del regista
Nel girare la Toscana per raccogliere delle testimonianze, Giuseppe Della Maria incontra a Succisa i gemelli centenari Tozzi. Considerando l’eccezionalità del caso, decide di realizzare il documentario “Una vita insieme” per raccontare la vita dei due fratelli gemelli che, alla data del 2016, erano tra i tre unici casi viventi nel mondo.

a seguire “RONDÒ FINAL” di Gaetano Crivaro, Margherita Pisano, Felice D’Agostino – 2021, 51′ – Alla presenza del regista
Cent’anni di immagini cercate e ritrovate, frammenti di pellicola e nastri di famiglia. Un Santo martire, guerriero, Sant’Efisio, icona che muove le genti. Una festa, un rito che si ripete fuori dal tempo e che porta con sé le maschere di dominazioni passate e presenti, di un’isola; la Sardegna. Cosa sfugge? Cosa resta? È domanda e risposta che fonda il montaggio e rinnova il passato in un altro passato. In questo incontro di sguardi in differita, si rinnova ancora la festa nel ricordo e nel sogno, lontano da luoghi conosciuti.

21.00| “FAULA” di Massimiliano Nocco – 2021, 15’ – Alla presenza del regista
Massimino, e’ figlio di un pastore sardo; per non andare a pascolare le pecore come il padre gli impone e poter giocare come gli altri bambini, decide di raccontare una bugia, ispirato da una vecchia leggenda. Rimasto orfano a 10 anni parte per il Continente. Torna in Sardegna dopo 30 anni e scopre che la sua bugia è divenuta leggenda locale.

a seguire “MADRE ACQUA. Frammenti di vita di Sergio Atzeni” di Daniele Atzeni – 2015, 74’
Militante comunista, leader del movimento studentesco, giornalista, ribelle disilluso, pecora nera fuoriuscita dal sistema, emigrato in cerca di fortuna, scrupoloso traduttore, sperimentatore linguistico, scrittore coerente e autentico. Tutto questo e molto altro fu Sergio Atzeni, scomparso nel 1995 quando non aveva ancora compiuto 43 anni. Un narratore “sardo, anarchico, randagio” fra i più interessanti e singolari della seconda metà del novecento in Italia.

FacebookTwitterWhatsAppEmail