10 luglio 2020

[Middle East Now & Beyond] Tehran: city of love

un dramma dolceamaro per sovvertire la “tirannia della bellezza” nella vita moderna iraniana.

Secondo appuntamento in sala virtuale Più Compagnia con il festival Middle East Now.

Questa volta sullo schermo (virtuale) l’ultimo lavoro del regista indipendente Ali Jaberansari. Tre personaggi disincantati: un ex-campione di bodybuilding, una segretaria in sovrappeso di una clinica di bellezza e un cantante religioso frustrato, sono alla ricerca dell’amore e di contatti umani a Tehran. Qualcosa di abbastanza difficile in qualsiasi grande città – non da meno a Tehran, dove anche le libertà individuali non possono essere date per scontate.

City of Love è una successione di scene agrodolci, con dei protagonisti composti, talvolta impassibili, rendendo chiaro omaggio al cinema di Aki Kaurismäki, Roy Andersson e ai primi Jim Jarmusch.

La proiezione sarà preceduta da un’intervista al regista e al produttore del film, Babak Jalali, a cura di Roberto Ruta (Middle East Now Festival)


ANNO: 2018
REGIA: Ali Jaberansari
PAESE: Iran – Gran Bretagna – Paesi Bassi
DURATA: 102 min
proiezione in sala virtuale Più Compagnia
Ingresso: 3.99€

v.o. sot ita

 

FacebookTwitterWhatsAppEmail

SPETTACOLI | VAI AL PROGRAMMA

VENERDì 10 LUGLIO ore 21.00