19 settembre 2019

[Nextech Festival] Max Cooper – Giulio Aldinucci

Max Cooper [A/V Live]
Giulio Aldinucci [Live]

Max Cooper, nordirlandese con base a Londra, è certamente uno dei personaggi più interessanti in circolazione, abile a fuggire le definizioni di genere in cui spesso, erroneamente, inseriamo la musica.

Nel 2016 ha pubblicato Emergence, un ambizioso progetto audio-visivo che ha dato luce come release di debutto la sua nuova label Mesh (con un’anteprima live al prestigioso Mutek festival in Giappone).

Max ha da sempre mischiato il suo talento e la sua ispirazione musicale con gli studi scientifici, la matematica e la biologia in particolare, ottenendo nel 2008 un dottorato di ricerca come biologo computazionale e lavorando come scienziato genetista prima di dedicarsi totalmente alla musica.

In un’intervista racconta di aver sempre amato le arti visive e spesso ha sperimentato con visual e video artist, cercando il modo giusto di presentare il suo interesse scientfico in questo formato. Da sempre interessato e attratto dalle performance interattive audio e video e dagli esperimenti di surround, ha infine deciso che aveva bisogno di crearelive show con questi elementi, nascono così Emergence prima e One Hundred Billion Sparks ora. In quest’ultimo LP, ogni traccia è un momento di una visual story che deriva da questo sistema di cento milioni di scintillanti neuroni che ci hanno creati. Max Cooper dice:

Ho deviato molto rispetto all’idea scientifica di base, virando verso un progetto più strano, dove ho trovato molte più idee interessanti e scene da inserire nel live show, di quello che mi aspettassi.

La sua intenzione è quella di abbattere la barriera tra live e dj set, infatti nei suoi show cerca di ottenere qualcosa che sia ogni volta unico e speciale, e che sia il più possibile adeguato alla situazione in cui si trova.

Il nuovo live è sicuramente il più ambizioso mai fatto, con nuovi progetti visual combinati ad altri già esistenti, il tutto proiettato su un maestoso schermo, nel nostro caso a La Compagnia.

In apertura Giulio Aldinucci, nato a Siena nel 1981 ed è attivo da anni come compositore negli ambiti della sperimentazione musicale elettroacustica e della ricerca sul paesaggio sonoro.

Ha realizzato sei album, il nuovo lavoro, Disappearing in a Mirror, è uscito su LP e CD per Karlrecords (D) a Settembre 2018. Oltre alla partecipazione a lavori collettivi, ha composto musica per performance teatrali, video arte, documentari e cortometraggi.
È curatore della sezione Soundscape Practice dell’Archivio Italiano Paesaggi Sonori.


•Posto unico ridotto in prevendita: 13€ +dp
ACQUISTA ORA:

http://bit.ly/Nextech2019_DAY1

 https://www.ticketnation.it/dettaglio-spettacolo.php?negozio_spettacolo_id=195
e nei circuiti BoxOffice e TicketOne
Biglietto in cassa la sera dell’evento: 20€

•Abbonamento Giovedì+Sabato: 30€ +dp
ACQUISTA ORA: http://bit.ly/Nextech2019_Abbonamento

FacebookTwitterWhatsAppEmail