01-15 Luglio 2021

Premio Fiesole ai Maestri del Cinema – Mario Martone

Il Premio Fiesole ai Maestri del Cinema 2021 va a Mario Martone, il regista italiano che da anni turba e scompagina tutti i nostri pregiudizi, le nostre finte sicurezze sul cinema, l’arte e l’uomo.

Dopo la premiazione, che si svolgerà il 4 luglio presso il Teatro Romano di Fiesole, il Premio Fiesole ai Maestri del Cinema dedica a Mario Martone, vincitore di quest’edizione 2021, una rassegna con tre dei suoi film più importanti, in programma all’arena estiva Apriti Cinema al Piazzale degli Uffizi.

Mario Martone rappresenta il trait d’union perfetto fra la tradizione dei grandi Maestri del cinema italiano e una riflessione attualizzata sulla modernità, sulle contraddizioni e sulle radici profonde della cultura italiana. Da Rossellini eredita l’ “etica della visione”, per cui ogni inquadratura è motivata da un punto di vista morale, di Pasolini segue l’analisi politica e antropologica sull’uomo moderno, vagante e dubbioso, con il Visconti tragico e melodrammatico dialoga soprattutto con la forza della sua messinscena cinematografica e operistica.

 

D’ORA IN POI NON DEVI PIÙ PRENOTARE IL TUO POSTO IN ARENA!

L’accesso è ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.
A chi si fosse prenotato online precedentemente ricordiamo che il posto assegnato è comunque garantito. 


programma

GIOVEDÌ 1 LUGLIO ● ore 21.30

L’ODORE DEL SANGUE
di Mario Martone, Italia, 2004, 100’, v.o. ita
Introduce il critico Marco Luceri.

Fanny Ardant (Silvia) e Michele Placido (Carlo) si offrono coraggiosamente a Martone, per dare corpo al romanzo postumo di Goffredo Parise, in cui l’ipocrita quotidianità di due intellettuali borghesi viene messa in crisi dall’irruzione del mistero, del sesso e della violenza. Silvia si innamora di un giovane neonazista, e la fascinazione per un mondo lontanissimo dal suo porterà la coppia a fare i conti con il culto della forza e con la debolezza delle proprie convinzioni.


GIOVEDÌ 8 LUGLIO ● ore 21.30

TEATRO DI GUERRA
di Mario Martone, Italia, 1998, 113’, v.o. ita
Introduce il critico Luigi Nepi.

Una compagnia teatrale prova a mettere in scena Eschilo, per portarlo in segno di solidarietà e vicinanza nella Jugoslavia sconvolta da lotte fratricide, moderne e antiche a un tempo stesso. Martone “arruola” e usa con intensa compartecipazione i suoi attori di cinema e teatro per mettere in scena un possibile cortocircuito fra palco e vita vissuta. I vicoli di Napoli e Sarajevo come palcoscenici bellici, connessi a distanza da una comune lotta per la sopravvivenza.


GIOVEDÌ 15 LUGLIO ● ore 21.30

IL SINDACO DEL RIONE SANITÀ
di Mario Martone, Italia, 2019, 115’, v.o. ita
Introduce il critico Gabriele Rizza.

Per la prima volta Martone porta al cinema un testo del grande Eduardo, aggiornandolo senza snaturarlo. Anche grazie a un cast in stato di grazia (su tutti Francesco Di Leva e Massimiliano Gallo) si rinnovano gli intrecci di saggezza popolare, giustizia “alternativa”, violenze da controllare e decisioni fatali che animavano il capolavoro teatrale di De Filippo. Questa volta però siamo in una Napoli moderna, il “sindaco” Barracano è giovane e aitante, e il tutto si svolge a suon di rap.

 

FacebookTwitterWhatsAppEmail

SPETTACOLI | VAI AL PROGRAMMA

GIOVEDÌ 1 LUGLIO ● ore 21.30 // L’ODORE DEL SANGUE
GIOVEDÌ 8 LUGLIO ● ore 21.30 // TEATRO DI GUERRA
GIOVEDÌ 15 LUGLIO ● ore 21.30 // IL SINDACO DEL RIONE SANITÀ