19-24 ottobre 2020

Tuttinsieme

Due padri omosessuali confrontano le proprie esperienze e raccontano cosa comporti crescere dei figli in Italia tra contrasti, dubbi, pregiudizi e la gioia della paternità.

Dopo Tutto il resto è nulla in cui si focalizzava sulla nascita di due figli voluti insieme al suo compagno, il regista Marco Simon Puccioni mette ora al centro della sua opera l’esperienza genitoriale tenendo sempre presente il contesto socioculturale italiano, fatto di conquiste (Legge Cirinnà sulle unioni civili) ma anche di difficoltà.

TUTTINSIEME racconta di due gemelli di una coppia gay italiana nati in California grazie all’aiuto di una “dona” e di una “dede” americane e alle sfide che questo tipo di famiglie devono affrontare nel contesto dell’odierna Italia. L’esperienza personale del regista viene utilizzata nel documentario come punto di partenza per affrontare diverse questioni morali, umane, sociali e legali relative alla genitorialità gay in un paese in cui, dopo una dura battaglia, le Unioni civili sono state approvate nel 2016, ma non è possibile adottare né per i single, né per le coppie dello stesso sesso e in cui una legge contro l’omofobia è stata considerata incostituzionale dal parlamento. Il documentario ha la forma di una conversazione tra i due padri, seguendo una narrazione lineare dal 2015 ad oggi, affrontando temi come: il confronto con altre famiglie e altri bambini, l’assenza di una madre nella vita dei figli, la battaglia in parlamento per approvare le Unioni civili, con la delusione di non avere un quadro giuridico per entrambi adottare i propri figli, la ricerca di termini da usare nella loro famiglia allargata.


REGIA: Marco Simon Puccioni
ANNO:
2020
PAESE:
Italia
DURATA:
82 minuti

BIGLIETTO: 5€ intero / 4€ con biglietto Florence Queer Festival / 3€ con tessera Arcigay o tessera IOinCOMPAGNIA

FacebookTwitterWhatsAppEmail

SPETTACOLI | VAI AL PROGRAMMA

LUNEDì 19 OTTOBRE, ORE 19.00
MARTEDì 20 OTTOBRE, ORE 17.00
SABATO 24 OTTOBRE, ORE 15.00