‘Il cinema ad occhi chiusi’: i grandi film raccontati con il radiodramma

Dal cinema al radio dramma: un corso gratuito dedicato alla rappresentazione di grandi film attraverso il mezzo radiofonico.

E’ possibile provocare solo con le voci, le musiche, i rumori e le luci la stessa emozione che un’immagine filmica provoca nello spettatore cinematografico?

Il cinema a occhi chiusi è un progetto innovativo che si propone di riadattare, con un lavoro di riscrittura per il mezzo radiofonico, grandi film da rappresentare su un palcoscenico alla presenza del pubblico, dando vita non ad una semplice narrazione di un film, ma un’opera originale che, come è nella natura dei radiodrammi, si baserà unicamente sui dialoghi, musiche rumori e sul gioco di luci. Il laboratorio intende analizzare come un testo narrativo diventi film e come un film si possa trasformare in radiodramma da rappresentarsi su un palcoscenico . Si insegnerà a scrivere i dialoghi e ad usare la voce attraverso il microfono stesso, con l’uso delle pause e il valore del silenzio pieno di significati favorendo nei giovani la voglia di sperimentare un nuovo mezzo.

Le iscrizioni sono aperte fino al 2 Ottobre.
Info: associazioneilcolibri@gmail.com

Obiettivi generali

Nel laboratorio di scrittura e recitazione radiofonica si analizzerà come, partendo da un testo letterario, questo diventi film e come si possa trasformarlo in radiodramma. Si studierà il radiodramma e le sue tecniche e poi come si interpreta un radiodramma, quali sono le tecniche vocali in gioco e si imparerà ad usare un microfono per educare anche al suono, all’uso della voce, al valore del silenzio e delle pause. Il corso nasce per offrire una forma spettacolare diversa da quelle finora a disposizione con la rappresentazione di un radiodramma dal vivo: uno spettacolo che deriva da un film famoso ricreato solo attraverso gli interpreti su un palcoscenico e affidato unicamente a luci, suoni, musiche e alle voci per unire emotivamente gli spettatori.

Il corso si svolge al cinema La Compagnia di Firenze, una volta alla settimana dal 3 ottobre al 12 dicembre dalle 18.30 alle 20.30 con spettacolo finale il 16 dicembre alla presenza del pubblico

  





FacebookTwitterWhatsAppEmail