Tutti i premi del Korea Film Fest: miglior film ‘Hommage” di Shin Su-won

“Hommage” di Shin Su-won, film sulle difficoltà di essere registe in Corea del Sud, vince il 20° Florence Korea Film Fest. Il premio del pubblico va a “The book of fish” di Joon-ik Lee

Hommage” della regista Shin Su-won, film sulle difficoltà di essere registe in Corea del sud, si aggiudica il premio come migliore “opera” della 20esima edizione del Florence Korea Film Fest, il festival dedicato alla cinematografia della Corea del Sud, la cui cerimonia di premiazione si è tenuta venerdì 15 aprile, al cinema La Compagnia, alla presenza della regista. Il film racconta la storia di una regista disoccupata che assume l’incarico di restaurare un vecchio film e il viaggio che il lavoro la porta a compiere le rivela, alla fine, molte delle lotte affrontate dalle donne nell’industria cinematografica coreana. 

Miglior film: la motivazione della giuria

La giuria, quest’anno presieduta dal regista e produttore Leonardo Cinieri Lombroso, e composta da Omar Rashid, art director, regista, produttore e fondatore di Gold Enterprise; Daniela Brogi dell’Università per Stranieri di Siena; Lapo Maranghi del sito web Lascimmiapensa.com e Valentina Torrini del cinema Odeon di Firenze ha assegnato il premio con la seguente motivazione:

per la sua delicatezza e poeticità, che lavora sul non detto, ma lanciando un grido silenzioso, una richiesta di libertà. Un film tutto al femminile . In un sistema di specchi e di simmetrie che, attraverso un’ opera intensa e poetica, ci fa riflettere anche sul cinema, sia come illusione, come mondo altro rispetto alla vita di tutti i giorni, sia come memoria nascosta del mondo, capace di restituirci destini taciuti o strappati dalla storia. Un film metacinematografico con cui vogliamo lanciare un segnale d’amore al cinema di oggi in grande difficoltà‘.

Menzione speciale a ‘The book of fish di Joon-ik Lee

La giuria ha inoltre ha assegnato una menzione speciale a “The book of fish” di Joon-ik Lee «per la sua fotografia, la splendida l’ambientazione naturalistica, per una recitazione lodevole e la scelta del bianco e nero che regalano un tocco solenne alla storia, che interseca spiritualità e conoscenze “terrene”, che crea legami indissolubili tra vecchie e nuove generazioni. Un film che coinvolge e commuove e dona nuova fiducia nelle relazioni umane». 

Premio del pubblico

Il film che si aggiudica il premio del pubblico in sala è “The book of fish” di Lee Joon-ik delicato film storico in bianco e nero che parla di uno studioso dell’era Joseon in esilio e di un pescatore, del loro scambio di conoscenze nella scrittura di un libro. Il Premio Mymovies votato dal pubblico online ha invece decretato “Start up” di Choi Jeong-yeol come Miglior Film; “The Man Who Paints Water Drops” di Oan Kim e Brigitte Bouillot come Miglior Documentario e “202 201” di Cho Young-myoung come miglior cortometraggio. 

FacebookTwitterWhatsAppEmail