04-09 Ottobre 2022

Middle East Now 2022

Torna Middle East Now: la rassegna dedicata al Medio Oriente con un programma ricco di anteprime, mostre, eventi, musica e cibo.

In programma dal 4 ottobre al 9 ottobre la 13° edizione del Middle East Now. Sei giorni ricchi di proiezioni, mostre, eventi, talk, tra anteprime di film e documentari, presentazioni e conversazioni con i protagonisti.

In sala avremo il meglio proveniente dai festival internazionali, con 38 titoli in programma di cui 18 cortometraggi, 22 anteprime italiane, 9 anteprime europee e internazionali.  Un viaggio in Afghanistan, Arabia Saudita, Egitto, Emirati Arabi, Giordania, Iran, Iraq, Israele, Kurdistan, Libano, Marocco, Palestina, Siria, Tunisia.

An Abstract of home è il tema di quest’anno. Un invito a riflettere sul concetto di casa e sulla ricerca universale del senso di appartenenza e identità.

Siamo alla continua ricerca di una Casa. La inseguiamo nella nostalgia, nell’immaginazione, nei sogni sul futuro o nei ricordi d’infanzia. La casa è un concetto universale e ha molte dimensioni. […]. Nel programma di questa edizione vogliamo condividere con voi il lavoro di artisti e registi che usano la loro creatività per esprimere gli innumerevoli significati e interpretazioni del concetto di Casa. Gli occhi di ciascuno sono alla ricerca di una luce diversa, che si ritaglia un proprio viaggio personale. Eppure, al centro di ogni percorso di vita c’è la ricerca di un’appartenenza.
Roï Saade – artista e curatore libanese e collaboratore del festival


Il festival Middle East Now sarà disponibile anche su Più Compagnia
(per non perdere neanche un contenuto, verificare sempre la disponibilità dei singoli film nelle schede)


BIGLIETTI:

Proiezione singola pomeridiana: 4€
Proiezione serale: €6 intero, €5 ridotto (under 30, over 65)
Biglietto pomeridiano completo: €6 (include tutte le proiezioni pomeridiane del giorno scelto)
Abbonamento completo Festival: €30 (Evento Eating Middle East – Home food vs Street food non incluso) >> ACQUISTA IL TUO ABBONAMENTO COMPLETO
Abbonamento solo ONLINE: €7,90 (Include tutta la programmazione in sala virtuale PiùCOmpagnia)

GIOVEDì 6 OTTOBRE, ore 20.00

Eating Middle East – Home food vs Street food
Degustrazione + proiezione
: €15 (Il biglietto per questo evento speciale sarà acquistabile SOLO presso la cassa del cinema. I posti sono limitati e consigliamo l’acquisto il prima possibile. Per info: info@middleastnow.it)


PROGRAMMA in sala

MARTEDì 4 OTTOBRE

ore 21.00 

INAUGURAZIONE

+ a seguire
WARSHA
di Dania Bdeir (Libano, Francia, 2022, 16’) – v.o. sub ita/eng
Mohammad lavora come figruista a Beirut. Lontano dagli occhi di tutti, riesce finalmente ad esprimere la sua passione segreta e a trovare la libertà.

+ a seguire
HUDA’S SALON| Alla presenza dell’attore protagonista 
di Hany Abu-Assad (Palestina/Egitto/Olanda/Qatar, 2021, 91’) – v.o. sub ita/eng
Reem, giovane madre, si reca al salone di bellezza di Huda per il solito trattamento. La consueta chiacchierata prende una piega inaspettata quando Huda la ricatta allo scopo di farla lavorare per conto dei servizi segreti degli occupanti. Per Reem questo significherebbe tradire la propria gente…
Ultimo film del famoso regista palestinese Hany Abu-Asad, candidato agli Oscar per “Omar” e “Paradise Now”, un potente thriller al femminile ispirato da eventi reali.


MERCOLEDì 5 OTTOBRE

ore 16.30 

An idea of Home: Iran – Turchia

  • THE DOLL di Elahe Esmaili (Iran, 2021, 33′) – v.o. sub ita/eng
    Dopo essersi consultato con i suoi parenti, un padre di 35 anni acconsente al matrimonio della figlia di 14, una decisione che innesca un confronto acceso in famiglia, tra prospettive e valori molto diversi tra di loro.
  • THE BARTER di Ziba Karamali, Emad Araad (Iran, 2021, 20′) – v.o. sub ita/eng
    Parsa, un ragazzo di tredici anni, sta cercando di nascondere un segreto a suo padre.
  • AFOROZ di Yilmaz Ozdil (Turchia, 2022, 20′) – v.o. sub ita/eng
    Ziko è un sonnambulo e viene esiliato dal suo villaggio per aver commesso un “grave peccato” nel sonno.

ore 18.00 

MY PAPER LIFE di Vida Dena(Belgio, Francia, Siria, Iran, 2022, 80′) – v.o. sub ita/eng
Film d’esordio della regista iraniana Vida Dena è il ritratto intimo di una famiglia siriana che vive in una casa a Bruxelles, uscendo raramente dai confini delle sue quattro pareti rosa. Il doc segue le due figlie maggiori, Hala e Rima, e la crescente collezione di disegni e sogni della famiglia.

ore 19.00 

IL PUNTO DELLE 19.00 – UNA CASA IN IRAN| INGRESSO GRATUITO
Presentazione del libro Le lezioni di papà (Ponte33) e incontro con l’autore iraniano Mohammad Toulei.

ore 20.45 

CAI – BER di Ahmed Abdelsalam (Egitto, Regno Unito, 2021, 17′) – v.o. sub ita/eng
Nour, una giovane di 29 anni, organizza segretamente la fuga dal suo Paese. Poche ore prima della partenza, perde il passaporto e inizia per lei un calvario che la porterà di nuovo a lottare contro una società patriarcale e corrotta.

+ a seguire
QUEENS [MALIKATES] | In collegamento con la regista
di Yasmine Benkiran (Marocco, 2022, 83′) – v.o. sub ita/eng
Casablanca, Marocco. Un trio di donne, con la polizia alle calcagna, intraprende una lunga fuga che le porta ad attraversare le aspre terre rosse e le valli fiorite dell’Atlante per raggiungere il mare. Un road movie, opera prima di una giovane regista marocchina, al debutto alla Settimana della Critica all’ultimo festival di Venezia.


GIOVEDì 6 OTTOBRE

ore 15.30 

An idea of Home: Kurdistan

  • EARTHQUAKE WITHOUT RICHTER di Ferid Nikkhah  (Kurdistan, 2021, 4′) – v.o. sub ita/eng
    Durante la costruzione di una strada in mezzo alla natura, un formicaio si trova proprio nel bel mezzo della strada e…
  • SAMURAIS IN KURDISTAN di Sarkot Nikdel (Kurdistan, 2021, 27′) – v.o. sub ita/eng
    Straordinario documentario sulle mitiche jeep Toyota che hanno segnato un’epoca in Kurdistan, per la loro capacità di sfidare le montagne, rivoluzionando il trasporto di cibo, energia, persone, bestiame e soprattutto la merce di contrabbando.
  • STARTING OVER di Evin Berazi (Kurdistan, Siria, Finlandia, 2016, 24′) – v.o. sub ita/eng
    Bellissimo corto d’animazione, in cui il ritratto di un despota simboleggia quella di tutti dittatori.
  • WAR AND COLOR di Adnan Zandi (Kurdistan/Iran, 2021, 4′) v.o. curdo – v.o. sub ita/eng
    Dei bambini giocano in un quartiere martoriato dalla guerra, quando improvvisamente la loro palla viene lanciata contro la trincea del nemico.
  • SEVEN SYMPHONIES ON ZAGROS di Perwiz Rostemi (Kurdistan/Iran, 2021, 23′) – v.o. sub ita/eng
    Il documentario racconta la filosofia di sette Maqam musicali (melodie) del più antico strumento a fiato, il Shamshal, nella vita della gente di Zagros.

ore 17.00

HONEY, RAIN & DUST di Nujoom Alghanem (Emirati Arabi, 2016, 86′) – v.o. sub ita/eng
Sguardo entografico ed ecologista unico nel suo genere su un angolo sconosciuto del Golfo. Aisha e Ghareeb sono due cercatori di miele e vagano per le montagne degli Emirati Arabi Uniti alla ricerca di api selvatiche, affrontando difficoltà e preoccupazioni quotidiane.

ore 18.30 

I AM A BASTARD di Ahmet Polat (Olanda, Belgio, Marocco, Francia, 2022, 55′) – v.o. sub ita/eng
L’autore e attore Rashif El Kaoui è figlio di madre fiamminga e di padre marocchino alcolizzato, che non lo ha mai cresciuto. Assieme al fotografo turco-olandese Ahmet Polat, Rashif decide di recarsi per la prima volta in Marocco per incontrare la sua famiglia allargata e cercare le sue radici.

ore 19.00 

IL PUNTO DELLE 19.00 | INGRESSO GRATUITO
Presentazione della graphic novel PATRICK ZAKI. UNA STORIA EGIZIANA (Feltrinelli) Dal dramma al risveglio dell’opinione pubblica. Incontro con il disegnatore Gianluca Costantini. Modera Anna Di Giusto

ore 20.00

EATING MIDDLE EAST |HOME FOOD vs STREET FOOD | EVENTO SPECIALE
I piatti forti della cucina tradizionale fatta in casa incontrano il cibo di strada, per una sfida a tutto gusto.
Degustazione + proiezione del film a seguire: 15 euro. Posti limitati, prenotazione obbligatoria con prevendita direttamente alla cassa del Cinema La Compagnia. Per info: info@middleastnow.it

ore 21.00

BEIRUT DREAMS IN COLOR di Michael Collins (Egitto, Libano, 2022, 28′) – v.o. sub ita/eng
Il film racconta la storia dei Mashrou’ Leila, famosa rock band libanese con un cantante dichiaratamente gay, e Sarah Hegazy, un’attivista egiziana. Entrambi hanno subito l’oppressione a causa del loro orientamento sessuale e delle loro convinzioni.

+ a seguire
TAKE ME TO THE CINEMA | Alla presenza del regista e del protagonista 
di Albaqer Jafeer (Iraq, Egitto, 2021, 61′) – v.o. sub ita/eng
Il giovane regista iracheno Al Baqer Jafeer si rende conto che la storia dello scrittore Nassif Falak è molto simile alla sua storia attuale. Quando Jafeer incontra Falak, inizia un viaggio attraverso i cinema in rovina di oggi, che lascia Jafeer molto combattuto: deve rimanere a Baghdad o lasciare il paese per realizzare il suo sogno?


VENERDì 7 OTTOBRE

ore 16.00

LA PRIMA COSA di Omar Al Abdul Razzak e Shira Ukrainitz (Francia, Spagna, 2021, 18′) – v.o. sub ita/eng
Corto d’animazione che racconta dell’amicizia tra Kookoo Rikoo, l’unico clown arabo cristiano israeliano, e una ragazza siriana sopravvissuta alla guerra.

+ a seguire
ALONG THE WAY
di Mijke de Jong (Iran, Turchia, 2022, 80′) – v.o. sub ita/eng
Storia in gran parte basata sulle esperienze reali delle sorelle Malihe e Nahid Rezaie, separate dalla loro famiglia durante il loro viaggio da rifugiate che iniziano a lavorare per un trafficante di essere umani sperando di riuscire a guadagnare abbastanza per raggiungere la loro famiglia rifugiata in Olanda.

ore 18.00

IMAGINE | Alla presenza del regista
di Ali Behrad (Iran, 2022, 78′) – v.o. sub ita/eng
È notte a Teheran. Un tassista che sogna ad occhi aperti si innamora di una donna che non può avere, e questo lo porta a vivere una serie di incontri pieni di mistero e momenti giocosi.

IL PUNTO DELLE 19.00 | INGRESSO GRATUITO
An Abstract of Home. VIaggi personali alla costante ricerca di casa

ore 20.45

BEITY di Isabelle Mecattaf (Libano, 2021, 15′) – v.o. sub ita/eng
Roula è una donna ricca che vive in una sontuosa casa a Batroun, in Libano. Oggi è il primo giorno delle vacanze invernali e attende con ansia il ritorno a casa della figlia. Quando la baby sitter torna a casa da sola, Roula diventa gelosa e imprevedibile…

+ a seguire

DAUGHTERS OF ABDUL-RAHMAN | Alla presenza del regista
di Zaid Abu Hamdan (Giordania, 2021, 112′) – v.o. sub ita/eng
Quattro sorelle sono costrette a riunirsi dopo che il padre all’improvviso scompare. Opera prima di uno dei più talentuosi registi del mondo arabo, film vincitore di numerosi premi.


SABATO 8 OTTOBRE

ore 11.30

EVENTO SPECIALE  – MOSTRA BOUND NARRATIVES | INGRESSO LIBERO
Presentazione dei libri di fotografia Picture An Arab Man (2022) di Tamara Abdul Hadi e West of Life (2018) del fotografo Ziad Ben Romdhane, e booksigning alla presenza degli autori.

ore 15.00

MELTING DREAMS di Haidy Kancler (Finlandia, Austria, Slovenia, Afghanistan, 2022, 84’) – v.o. sub ita/eng
Tre ragazze sognano di diventare sciatrici e rappresentare l’Afghanistan alle Olimpiadi. Il sogno sembra realizzarsi quando ricevono il permesso di andare in Europa ad allenarsi. All’arrivo nel Vecchio Continente, devono tuttavia fare i conti con le differenze culturali e con i diversi standard dello sport professionistico…

ore 16.30

NEW PERSPECTIVES from the Middle East and North Africa: Palestina, Afghanistan, Iran, Yemen. A cura di Close-Up
Programma di 5 documentari work in progress mai presentati al pubblico, presentato da Sigal Yehuda (managing director di Close-Up) con i registi in collegamento.

  • CONCRETE LAND di Asmahan Bkerat e Ban Maraqa (Palestina, Giordania, 2022, 10′ WIP) – v.o. sub ita/eng
    Storia intima di una famiglia beduina di tre generazioni, nella sua lotta per mantenere una vita tradizionale sotto le pressioni dell’urbanizzazione.
  • OUT OF PLACE di Mohammed Al-Majdalawi (Palestina, Svezia 2022, 10’ WIP) – v.o. sub ita/eng
    Girato nel corso di 20 anni, il film esplora la transizione personale e il cambiamento dei suoi protagonisti – giovani palestinesi del campo profughi di Jabalia – dalla giovinezza all’età adulta.
  • ENTANGLED HOPEFUL BIRD di Dawood Hilmandi e Ezatullah Alidost (Afghanistan, 2022, 10′ WIP) – v.o. sub ita/eng
    Questo documentario racconta le storie parallele di uomini e donne afgani che, come nonostante vivano una situazione oscura e repressa, eppure sono resilienti e pieni di speranza.
  • I’M AN OLIVE TREE di Yasaman Sharifmanesh (Iran, 2022, 10′ WIP) – v.o. sub ita/eng
    Questo film parla della gente di Afrin, che dopo aver lasciato la propria città e essersi stabilita nel campo profughi, combatte quotidianamente per ricostruire le proprie vite.

ore 18.00

THE BLUE INMATES | Alla presenza della regista
di Zeina Daccache (Libano, 2021, 75′) – v.o. sub ita/eng
Un documentario potente e di denuncia, con cui la regista aspira a cambiare la drammatica situazione di questi detenuti dimenticati dietro le sbarre.

IL PUNTO DELLE 19.30 | INGRESSO GRATUITO
Nei luoghi e negli affetti: quando casa è in Yemen
Incontro con Laura Silvia Battaglia e proiezione del doc in progress “Let’s play Soldiers”, alla presenza della regista Mariam Al-Dhubhani e del produttore Mohammed Al-Jaberi

LET’S PLAY SOLDIERS di Mariam Al-Dhubhani  (Yemen, 2022, 10′ WIP) – v.o. sub ita/eng
Un bambino soldato di 16 anni, Nasser, torna a casa per cercare il suo posto nel paese, ma non riesce a trovare altri lavori che quelli manuali. Una volta a casa si rende conto anche che deve proteggere i suoi due fratelli minori dal seguire lo stesso mito di diventare un soldato per essere un uomo.

ore 20.45

VISIONS OF BASRA di Noor Gatih (Canada, 2021, 5′) – v.o. sub ita/eng
Corto  che esplora i ricordi frammentari della madre della regista rispetto alla sua terra natale, esplorando le sue fotografie, i suoi colori e le sue parole.

+ a seguire
THE SEA AHEAD | Alla presenza del regista
di Ely Dagher(Francia, Libano, Belgio, 2021, 116′) – v.o. sub ita/eng
Dopo tanto tempo, Jana, una giovane donna, torna improvvisamente a Beirut, a casa dei suoi genitori, lasciandosi alle spalle una brutta esperienza.Il mondo esterno la assale, la costrizione ad adattarsi la tormenta e lei si ritrae nel suo mondo interiore. L’unica via d’uscita è immergersi nella città da cui aveva cercato così duramente di fuggire…


DOMENICA 9 OTTOBRE

ore 10.00

JUNG NELLA TERRA DEI MUJAHEDDIN | INGRESSO GRATUITO
di Alberto Vendemmiati, Fabrizio Lazzaretti (Italia, Afghanistan, 2000, 120′) – in italiano
Documentario girato tra il febbraio 1999 e la primavera del 2000 in Afghanistan, in occasione del viaggio che portò Gino Strada con Ettore Mo, inviato speciale de “Il Corriere della Sera”, alla costruzione del primo ospedale per i feriti di guerra ad Anabah, nel nord del Paese. Evento in collaborazione con Emergency

ore 12.00

IL GRANDE TALK FINALE | INGRESSO GRATUITO
Afghanistan un anno dopo. Quale destino per gli afgani, per chi è rimasto e per chi è fuggito.
L’ultimo Talk del festival vuol fare il punto sulla situazione dell’Afghanistan e della sua popolazione, a poco più di un anno di distanza dal ritorno al potere dei Talebani. In collaborazione con Emergency, con testimonianze dal vivo e a distanza. Modera la giornalista Luciana Borsatti.

ore 15.00

OUR RIVER… OUR SKY di Maysoon Pachachi (Iraq, Regno Unito, Francia, Germania, Kuwait, Emirati Arabi, 2021, 117′) – v.o. sub ita/eng
Sara è una scrittrice e una madre single, scioccata fino al silenzio, in un momento di estrema violenza settaria e coprifuoco notturno a Baghdad. Lei e i suoi vicini ci fanno entrare nella loro vita quotidiana, mentre lottano per resistere alla frammentazione del loro mondo e rinnovano un senso di speranza in un futuro migliore.

ore 17.00

SON OF THE STREETS di Mohammed al Mughanni (Palestina, 2022, 28′) – v.o. sub ita/eng
Khodor, 13 anni, è un bambino la cui famiglia cerca di rilasciargli un documento d’identità che dimostri la sua esistenza e gli dia il diritto all’istruzione, all’assistenza sanitaria e al movimento al di fuori del campo profughi palestinese di Shatila a Beirut, in Libano.

+ a seguire
INNOCENCE di Guy Davidi (Danimarca, Israele, Finlandia, Islanda, 2022, 100′) – v.o. sub ita/eng
Documentario incredibilmente potente, firmato dal regista di “5 Broken Cameras”, che affronta la questione della militarizzazione e dell’impatto sulla vita dei giovani israeliani costretti a diventare militari contro i propri valori.

ore 21.00

CERIMONIA DI CHIUSURA
Premiazioni: “Middle East Now Audience Award” al miglior film votato dal pubblico, “Premio Cinema Iran – Afghanistan 2022” al miglior lungometraggio / documentario dall’Iran, “Middle East Now Staff Award 2022” al miglior corto o mediometraggio, “Best OFF” al miglior cortometraggio d’autore assegnato da OFF Cinema

+ a seguire
WORLD WAR III (JANG-E JAHANI SEVOM) | alla presenta della regista e del distributore
di Houman Seyedi (Iran, 2022, 107′) – v.o. sub ita/eng
Shakib è un lavoratore a giornata senza fissa dimora che non si è mai ripreso dalla perdita della moglie e del figlio in un terremoto avvenuto anni prima. Il cantiere in cui lavora oggi si rivela essere il set di un film sulle atrocità commesse da Hitler durante la Seconda guerra mondiale. Contro ogni previsione gli viene dato un ruolo nel film, una casa e la possibilità di diventare qualcuno. Vincitore del premio Miglior Film e Miglior Attore Protagonista della sezione Orizzonti all’ultimo festival di Venezia.

FacebookTwitterWhatsAppEmail