11-13 ottobre 2019

Seeyousound – International Music Film Festival

Seeyousound International Music Film Festival è il primo festival in Italia interamente dedicato al cinema a tematica musicale.

Dal 2015 a Torino si svolge l’edizione principale; cinque sezioni in concorso tra lungometraggi, cortometraggi, sonorizzazioni e videoclip, tra anteprime italiane, europee e mondiali. La ricerca dell’immagine che il cinema può restituire della musica e quanto l’una possa entrare in risonanza con l’altra.
Quest’anno, per la prima volta, il festival arriva a Firenze dall’ 11 al 13 ottobre portando con sé un ricco calendario di appuntamenti e proiezioni dei migliori film e videoclip musicali internazionali. Oltre alle proiezioni il programma riunirà tanti appuntamenti collaterali, eventi musicali live, workshop, esposizioni.


TICKET

INTERO: € 6,00
RIDOTTO: € 5,00
RASSEGNA: € 20,00


INFO: www.seeyousound.org

 

PROGRAMMA

 

VENERDì 11 OTTOBRE

21.00
CHANG (Merian C. Cooper e Ernest B. Schoedsack.1927). Sonorizzazione dal vivo del documentario a cura dei Project-To,
in collaborazione con il Festival dei Popoli
Girato dagli autori di King Kong cinque anni prima del loro grande successo. Schoedsack e Cooper erano due documentaristi alla ricerca di luoghi esotici dove realizzare film che mettevano in gioco una visione mitica del rapporto uomo-natura, senza timore di ibridare documentario e fiction. Un documentario che diventa un film di avventure.

Project-TO
Con già tre album all’attivo, Project-TO nasce nel 2015 da un’idea di Riccardo Mazza (compositore, docente presso la Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo, artista multimediale specializzato nella ricerca sonora sperimentale) e la fotografa e videomaker Laura Pol, autrice di numerosi lavori in ambito artistico, culturale e museale. Project-To è un progetto in collettivo di musica elettronica e visual che si sviluppa dall’interazione di elementi puramente elettronici con composizioni originali eseguite dal vivo insieme agli elementi visivi anch’essi eseguiti in tempo reale durante il live set. Un progetto in continua evoluzione che trasforma lo spazio in cui vive, generando performance live differenti ad ogni esibizione.


SABATO 12 OTTOBRE

16.00
Richard Twice: a musical life interrupted (USA 2017, regia M. Salton, 10’, v.o. sott.) Richard Atkins, cantante e autore dei Richard Twice, duo psichedelico californiano dei primi anni ‘70, stava raggiungendo il successo con il primo album quando si allontanò misteriosamente da tutto.
Waves: l’altro volto della musica italiana (F. Ferraris, M. Almo, Ita 2018, 53’). Brunori Sas, Levante, Willie Peyote e Bianco, ma anche, tra gli altri, gli Eugenio in Via Di Gioia, Giorgio Poi, Daniele Celona e gli Atlante: il vasto calderone socio-culturale dell’indie italiano racconta gli aspetti invisibili della vita del musicista, dalle difficoltà lavorative al rapporto con il pubblico, fino alle definizioni del genere.

18.00
Das Madchen Im Schnee (D. Lederberger, 2017, 7’) Un “foley artist”, un rumorista, sta creando gli effetti sonori di un film thriller. Fra
microfoni, registratori, attrezzi e trucchi vari, dietro una porta nel suo studio si cela un asso nella manica, per dare al lavoro il giusto grado di realismo. Macabro e sorprendente ritratto di una delle figure professionali più sottovalutate in ambito cinematografico, per scoprire cosa c’è sotto la musica della colonna sonora quando guardiamo un film.
PUNK! – di Iggy Pop. 1 e 2 puntata. Serie TV/ Usa 2019/56+52 minuti/ v.o. sott. it. INGRESSO LIBERO
In collaborazione con Treedom, all’entrata sarà possibile lasciare un contributo che verrà impiegato per piantare alberi, sostenere progetti di sostenibilità sociale e ambientale, tutelando la biodiversità e generando un beneficio per l’intero pianeta
La serie farà il suo debutto su Sky Arte nel 2020 ma Seeyousound ne propone in anteprima le prime due puntate. Un’occasione da non perdere quella di vivere le tappe fondamentali del punk ripercorrendole tramite le interviste ai grandi nomi della scena musicale degli anni ‘70. Nella serie sono presenti interviste a John Lydon, Marky Ramone, Wayne Kramer, Jello Biafra e Debbie Harry e Chris Stein.

20.00
Dj set nel foyer del cinema

21.00
Live: GOLD MASS
Crime Cutz (USA 2018, regia B. Fries & A. Nusser, 16’) Quattro generazioni, quattro “tipi umani” a confronto, accomunati dalla passione per la vita (e per la musica). In diretta da New York, storie, memorie, sogni, nostalgie, raccontate attraverso performance tanto improvvisate quanto cariche di energia commovente, sulle note e sui beat degli Holy Ghost, in un ibrido fra doc e videoclip presentato nel 2018 al Tribeca.
Symphony of Now (Germania 2018, regia J. Schaff, 65’) Una lettera d’amore cinematografica, una prospettiva nascosta di Berlino di notte. Diversi artisti si uniscono per dichiarare il loro amore per la città e il nostro tempo, in una re-immaginazione del classico del cinema muto Berlino – Sinfonia di una grande città. Una visione di cineasti e musicisti famosi della scena elettronica, come Frank Wiedemann (Ame), Modeselektor, Hans-Joachim Roedelius, Gudrun Gut, Samon Kawamura e Alex.Do.


 

DOMENICA 13 OTTOBRE

16:00
Yellow (Slovacchia 2017, regia I. Sebastova, 7’) Nella metafora dei colori, la storia di una giovane donna che combatte tra spontaneità e autocontrollo, tristezza e gioia, viola e giallo. Il viola è il suo impegno, la sua autodisciplina: è una cantante d’opera, ama la musica ma a causa della sua carriera ha sacrificato desideri ed energia vitale: tutto ciò che è giallo. Un’animazione pittorica in cui si ritrova tutta la difficoltà nella ricerca di un equilibrio personale.
B-Movie: Lust&Sound in West Berlin (Germania 2015, regia J.A. Hoppe, 92’. v.o. sott.) Musica, arte e caos nella Berlino Ovest degli anni Ottanta. Il documentario racconta il melting pot creativo della cultura underground di Berlino: un collage fatto di inediti e filmati televisivi che si concentra sulla nascita del punk fino ad arrivare alla Love Parade, in una città dove le giornate sono brevi e le notti sono infinite.

18:00
Riot (F. Ternier 2017, 13’) Un ragazzo di colore resta ucciso durante uno scontro con la polizia. L’indignazione del quartiere monta fino al formarsi di una folla che invade le strade per protesta. Tutta la rabbia per le ingiustizie sociali incanalata nell’energia del corpo che danza, fra krump e animazione, sperimentalismo e musica martellante.
Ethiopiques – Revolt of the Soul (Polonia/Germania 2018, regia M. Bochniak, 71’. v.o. sott.).
Verso la fine degli anni ‘60, nella capitale etiope Addis Abeba, Amha Eshete, visionario proprietario di un negozio di dischi, fu la prima persona a produrre musica etiope. Nonostante fosse illegale, questa musica intrisa di sapori funk, soul e jazz appassionava la gente ed era tollerata dall’allora monarca del paese. Nel 1975, un colpo di stato scatenò la guerra civile, costringendo Eshete e molti artisti a fuggire dall’Etiopia portando con sé la propria musica. Una registrazione degli anni ‘70 di Mahmoud Ahmed arriva nelle mani di Francis Falceto, un giornalista musicale francese che rimane profondamente colpito dal sound e intraprende un viaggio lungo due decenni che lo porta in Etiopia e negli Stati Uniti nel tentativo di far rivivere la musica etiope e poterla condividere con il mondo.

20.00
Dj set nel foyer del cinema

21.00
Live: PIETRO ROFFI
To be Free (USA 2017, regia A. Oduye, 12’, v.o. sott. it). In un piccolo club, Nina Simone trova il modo, per un attimo, di sentirsi libera. Scritto, diretto e interpretato da Adepero Oduye (La grande scommessa, 12 anni schiavo) e con la fotografia di Bradford Young (candidato al premio Oscar per Arrival)
Ara Malikian: A life among strings (Spagna 2019, regia N. Moreno, 88’). ANTEPRIMA ITALIANA
Riesci a immaginare di abbandonare un paese in guerra a quattordici anni? Di lasciare la tua famiglia sotto le bombe e ritrovarti di fronte al mondo con un violino in mano? Questo documentario narra la storia del celebre violinista Ara Malikian. Un viaggio attraverso la sua vita e il suo innegabile contributo alla musica classica e contemporanea. Negli anni è riuscito a portare la musica classica ad ogni tipo di pubblico e a maneggiare al contempo tutti i generi musicali senza pregiudizi, da Bach ai Led Zeppelin. Il documentario lo segue nelle tappe del suo ultimo tour e racconta la sua affascinante storia, da quando da adolescente ha lasciato Beirut e ha iniziato una vita da nomade portando la propria musica in giro per il mondo. Ara Malikian parla in prima persona della sua visione, dei suoi progetti e della sua traiettoria personale.


I MUSICISTI

PIETRO ROFFI

Con la fisarmonica in spalla, Pietro Roffi ha girato il mondo. Inizia a suonare all’età di sei anni e debutta come solista all’Auditorium Parco della Musica di Roma per il novantesimo compleanno di Ennio Morricone. Svolge un’intensa attività concertistica che lo ha visto esibirsi in più di cento concerti in tutto il mondo. Dopo aver pubblicato nel 2018 un EP dedicato ad Astor Piazzolla, a settembre del 2019 pubblicherà il suo primo album di composizioni originali con l’etichetta Inri Classic. Suona una Bugari Armando Prime, costruita a Castelfidardo. È cresciuto e vive a Valmontone, cittadina vicino Roma.

GOLD MASS

Gold Mass nasce come studiosa del suono nella sua accezione più tecnica (laureata in fisica, si occupa di acustica). Il suo primo album, Transitions, ostinatamente indipendente e frutto di una scrittura intima e personale, è stato prodotto da Paul Savage (Mogwai, Franz Ferdinand) ed è il più elegante disco synth-pop del 2019.

PRESENTAZIONE INRI/METATRON
METATRON è un’agenzia con sedi a Milano e Torino che si occupa di tutto ciò che orbita intorno al pianeta Musica. Principale ma non unica vetrina del suo quotidiano operato è l’etichetta discografica INRI che negli anni ha generato più di cinquanta pubblicazioni di generi diversi dando voce ad artisti quali Ex-Otago, Levante, Linea 77 e Dardust . Più recenti sono invece la diramazione INRI CLASSIC, che si prefigge di guardare al mondo della musica seria in modi innovativi e inaspettati, la COFFIN RECORDS, boutique label elettronica operante sotto la direzione artistica del dj e producer Leslie Lello, e la NEREAU RECORDS, focalizzata sulle nuove tendenze della musica techno.

FacebookTwitterWhatsAppEmail