maggio 2019
  • giovedì

    23/05/2019

  • venerdì

    24/05/2019

  • sabato

    25/05/2019

  • domenica

    26/05/2019

  • lunedì

    27/05/2019

  • martedì

    28/05/2019

  • mercoledì

    29/05/2019


15.00
PROGRAMMAZIONE

Beautiful Things

di Giorgio Ferrero, Federico Biasin, 2019, Italia/Svizzera/USA, durata: 95 minuti

INGRESSO: 6€ / 5€ ridotto

Le vite di quattro uomini che, inconsapevolmente, sono alla base della sequenza di creazione, trasporto, commercializzazione e distruzione degli oggetti che alimentano la bulimia del nostro stile di vita. Gli oggetti di cui pensiamo di aver bisogno ogni giorno iniziano e finiscono il loro viaggio all’interno di luoghi industriali e scientifici isolati e spettrali. Questi uomini sono monaci all’interno di templi di acciaio e cemento e ripetono ogni giorno nel silenzio e nella solitudine la stessa liturgia meccanica, convivendo con i propri fantasmi.  


17.00
Il Maggio al cinema - Potere e virtù

Un condannato a morte è fuggito

di Robert Bresson, Francia 1956; b/n; 100 minuti. (35mm)

Lione 1943. Un esponente della Resistenza, condannato a morte, riesce ad evadere. Ispirato a un episodio reale, Bresson riduce al minimo ogni riferimento storico, concentrandosi sull’atmosfera, sul rapporto metafisico dell’uomo con la libertà. Il regista amato dai “turchi” dei Cahiers (per Truffaut “il film francese più decisivo degli anni 50”), al suo quarto lungometraggio (il primo senza attori professionisti) realizza il manifesto assoluto della propria poetica: scarna, rigorosa. Parabola calvinista scandita dalla Messa in do minore di Mozart.


19.00
PROGRAMMAZIONE

John McEnroe. L’impero della perfezione

di Julien Faraut, 2018, Francia, durata: 95 minuti

INGRESSO: Intero 6€ / ridotto 5€

Il mitico campione di tennis John McEnroe, ex ragazzo prodigio e successivamente noto alle cronache non solo per il talento ma anche per il caratteraccio e una vita privata movimentata, è già stato protagonista di film e documentari, ma mai in modo così avvincente come in questo documentario di Julien Faraut, presentato al Festival dei Popoli, alla Berlinale e in competizione alCinéma du Réel, che vanta materiali di repertorio ed elementi di psicologia e di teoria del cinema, accompagnati dalla voce di Mathieu Amalric, con la premessa godardiana «Les films mentent, pas le sport».


21.00
TARANTINO UNCHAINED

Planet Terror

di Robert Rodriguez, USA, 2007, durata: 105 min.

INGRESSO (valido per entrambi i film): €6 intero / 5€ ridotto / 3€ ridottissimo tessere IOinCOMPAGNIA

Uno scontro a fuoco all'interno di una base militare americana causa la fuoriuscita di un gas tossico che trasforma le persone in contagiosi morti viventi. Un gruppo disomogeneo di sopravvissuti, capitanato dalla spogliarellista Cherry Darling (Rose McGowan) e dall'ex fidanzato Wray (Freddy Rodriguez), cercherà in tutti i modi di rimanere in vita.


22.45
TARANTINO UNCHAINED

Film a sorpresa

Unknown

Doppia programmazione in puro stile "Grindhouse". Il film non sarà di Tarantino ma legato al suo universo cinefilo di riferimento.

Ingresso libero con biglietto per Planet Terror.


15.00
PROGRAMMAZION

The Innocents of Florence – Versione in italiano

di Davide Battistella, 2018, Italia, 90 minuti

INGRESSO: 7€ intero/ 6€ ridotto/ 5€ ridotto per chi ha il cognome “Innocenti” o “Degl’ Innocenti”

Quando due restauratrici a Firenze iniziano a lavorare su un dipinto del ‘400, intraprendono un viaggio per scoprire la storia di bambini dimenticati e le donne che li hanno salvati.E’ l’anno 1410 e si manifesta un grosso problema sociale a Firenze. I bambini vengono abbandonati e muoiono innumerevoli. Per risolvere il problema, gli umanisti fiorentini, cittadini, si organizzano e costruiscono un ospizio per bambini e ragazze- madri. Per festeggiare il completamento del nuovo fabbricato nel 1446,commissionano un quadro da usare come manifesto, logo e stendardo per il nuovo Istituto.

VERSIONE ITALIANA

Sito ufficiale


17.00
PROGRAMMAZIONE

John McEnroe. L’impero della perfezione

di Julien Faraut, 2018, Francia, durata: 95 minuti

INGRESSO: Intero 6€ / ridotto 5€

Il mitico campione di tennis John McEnroe, ex ragazzo prodigio e successivamente noto alle cronache non solo per il talento ma anche per il caratteraccio e una vita privata movimentata, è già stato protagonista di film e documentari, ma mai in modo così avvincente come in questo documentario di Julien Faraut, presentato al Festival dei Popoli, alla Berlinale e in competizione alCinéma du Réel, che vanta materiali di repertorio ed elementi di psicologia e di teoria del cinema, accompagnati dalla voce di Mathieu Amalric, con la premessa godardiana «Les films mentent, pas le sport».


19.00
PROGRAMMAZIONE

Beautiful Things

di Giorgio Ferrero, Federico Biasin, 2019, Italia/Svizzera/USA, durata: 95 minuti

INGRESSO: 6€ / 5€ ridotto

Le vite di quattro uomini che, inconsapevolmente, sono alla base della sequenza di creazione, trasporto, commercializzazione e distruzione degli oggetti che alimentano la bulimia del nostro stile di vita. Gli oggetti di cui pensiamo di aver bisogno ogni giorno iniziano e finiscono il loro viaggio all’interno di luoghi industriali e scientifici isolati e spettrali. Questi uomini sono monaci all’interno di templi di acciaio e cemento e ripetono ogni giorno nel silenzio e nella solitudine la stessa liturgia meccanica, convivendo con i propri fantasmi.  


21.00
Dark - I sentieri del male

Pietà

di Kim Ki-duk, Corea del Sud 2012, 104 min – Original Korean version

INGRESSO: 4€ INTERO, 3€ ridotto

Seoul, 2012. Lee vaga per la città minacciando, torturando e rendendo storpi uomini che non hanno pagato dei prestiti così da incassare i soldi dell’assicurazione e saldare così i loro debiti. Lo fa in modo meticoloso, freddo e senza nascondere una certa soddisfazione. Un giorno però una donna inizia a seguirlo, dice di essere la madre che lo ha abbandonato molto tempo prima. Lee decide di metterla alla prova con una serie di test umilianti che, senza alcun limite, mettono alla prova ogni tipo di moralità, spettatore compreso.


16.00
Flashback - Scusate il ritardo

Oro verde – C’era una volta in Colombia

di Ciro Guerra e Cristina Gallego, Colombia, 2019, durata: 125 minuti

INGRESSO: 4€ intero / 3€ ridotto solo con tessera IOinCOMPAGNIA

Le origini del narcotraffico colombiano, attraverso la storia epica di una famiglia indigena wayuu. Un clan familiare, con a capo una donna, che si trova coinvolto nel boom del successo del commercio di marijuana ai giovani americani negli anni ‘70. Quando avidità, passione e onore si scontrano, si scatena una guerra fratricida che metterà in gioco le loro vite, la loro cultura e le loro ancestrali tradizioni.


18.30
Flashback - Scusate il ritardo

Oro verde – C’era una volta in Colombia

di Ciro Guerra e Cristina Gallego, Colombia, 2019, durata: 125 minuti

INGRESSO: 4€ intero / 3€ ridotto solo con tessera IOinCOMPAGNIA

Le origini del narcotraffico colombiano, attraverso la storia epica di una famiglia indigena wayuu. Un clan familiare, con a capo una donna, che si trova coinvolto nel boom del successo del commercio di marijuana ai giovani americani negli anni ‘70. Quando avidità, passione e onore si scontrano, si scatena una guerra fratricida che metterà in gioco le loro vite, la loro cultura e le loro ancestrali tradizioni.


21.00
Flashback - Scusate il ritardo

Oro verde – C’era una volta in Colombia

di Ciro Guerra e Cristina Gallego, Colombia, 2019, durata: 125 minuti

INGRESSO: 4€ intero / 3€ ridotto solo con tessera IOinCOMPAGNIA

Le origini del narcotraffico colombiano, attraverso la storia epica di una famiglia indigena wayuu. Un clan familiare, con a capo una donna, che si trova coinvolto nel boom del successo del commercio di marijuana ai giovani americani negli anni ‘70. Quando avidità, passione e onore si scontrano, si scatena una guerra fratricida che metterà in gioco le loro vite, la loro cultura e le loro ancestrali tradizioni.


17.00
PROGRAMMAZION

The Innocents of Florence – Versione in italiano

di Davide Battistella, 2018, Italia, 90 minuti

INGRESSO: 7€ intero/ 6€ ridotto/ 5€ ridotto per chi ha il cognome “Innocenti” o “Degl’ Innocenti”

Quando due restauratrici a Firenze iniziano a lavorare su un dipinto del ‘400, intraprendono un viaggio per scoprire la storia di bambini dimenticati e le donne che li hanno salvati.E’ l’anno 1410 e si manifesta un grosso problema sociale a Firenze. I bambini vengono abbandonati e muoiono innumerevoli. Per risolvere il problema, gli umanisti fiorentini, cittadini, si organizzano e costruiscono un ospizio per bambini e ragazze- madri. Per festeggiare il completamento del nuovo fabbricato nel 1446,commissionano un quadro da usare come manifesto, logo e stendardo per il nuovo Istituto.

VERSIONE ITALIANA

Sito ufficiale


19.00
Serata speciale

I Mandrake(s)…al cinema!

Evento cinefilo-magico

INGRESSO: intero 5€ /ridotto 4€

Protagonista di mille straordinarie avventure, frutto della fantasia del suo  inventore, Lee Falk, Mandrake è  stato nell’immaginario collettivo “IL MAGO” per eccellenza. Fece il suo esordio esattamente 85 anni fa, nel 1934. A parlare di Mandrake, e in particolare del Mandrake degli anni Trenta e di ciò che ha rappresentato, ci sarà un relatore d’eccezione: lo scrittore fiorentino Leonardo Gori. a come e quando Mandrake diventerà (con alterne fortune) un personaggio anche cinematografico ?  VALERIA E. RUSSO (Magic Valery) saggista, videomaker,appassionata di illusionismo, nonché ideatrice e curatrice dell’evento, si  soffermerà sulle vere (e presunte… ) fonti reali di ispirazione per la creazione del personaggio.

 


15.00
PROGAMMAZIONE

The Innocents of Florence – ENGLISH VERSION

di Davide Battistella, 2018, Italia, 90 minuti

TICKETS: 7€ / 6€ reduced

The quest to save 600,000 children. When art restorers in Florence begin work on a 600 year old painting they lead the journey to uncover the story of the city’s forgotten children, and the women who saved them.

It’s 1410 and there is a huge social problem in Florence. Babies are abandoned and dying at an alarming rate. To solve the problem Florence’s humanists organise and build a hospice for babies to assist young mothers. To celebrate the completion of the new building in 1446, they commission a painting to act as their poster, logo and symbol for the new Institute.

ENGLISH VERSION


21.00
PROGRAMMAZIONE

The Greenaway Alphabet

di Saskia Boddeke, 2019, Paesi Bassi, durata: 68 minuti

INGRESSO: 10€ / 7€ ridotto v.o. con sott. ita.

“Art is life and life is art”. Questo il motto di Peter Greenaway, film-maker fra i più eclettici del cinema contemporaneo. Partendo da questa premessa Saskia Boddeke, artista multimediale nonché moglie del regista, fa incursione nella mente del marito. La creatività di Greenaway è incorniciata in una conversazione con la figlia adolescente Zoë, che in un dialogo ricco d’ironia mette in ordine alfabetico i punti salienti della vita del padre. “A come Amsterdam”, dice Mister Greenaway, ma anche “A come Autismo”, lo incalza Zoë. Le domande della figlia lo colpiscono dritte al cuore, permettendo alla moglie di trarne un ritratto unico nel suo genere: quello di un visionario, sì, ma soprattutto di un uomo e della sua battaglia contro il tempo.


15.00
PROGRAMMAZIONE

The Greenaway Alphabet

di Saskia Boddeke, 2019, Paesi Bassi, durata: 68 minuti

INGRESSO: 10€ / 7€ ridotto v.o. con sott. ita.

“Art is life and life is art”. Questo il motto di Peter Greenaway, film-maker fra i più eclettici del cinema contemporaneo. Partendo da questa premessa Saskia Boddeke, artista multimediale nonché moglie del regista, fa incursione nella mente del marito. La creatività di Greenaway è incorniciata in una conversazione con la figlia adolescente Zoë, che in un dialogo ricco d’ironia mette in ordine alfabetico i punti salienti della vita del padre. “A come Amsterdam”, dice Mister Greenaway, ma anche “A come Autismo”, lo incalza Zoë. Le domande della figlia lo colpiscono dritte al cuore, permettendo alla moglie di trarne un ritratto unico nel suo genere: quello di un visionario, sì, ma soprattutto di un uomo e della sua battaglia contro il tempo.


17.00
Scusate il ritardo bimbi!

Wonder Park

di David Feiss, Spagna/USA, 2019, durata: 85 min.

Lo spettacolare parco giochi immaginato da una bambina di 8 anni appassionata di ingegneria, si trasforma improvvisamente in realtà. Ma quando il luogo scaturito dalla sua fantasia diventa l’oggetto di una terribile minaccia, June sarà l’unica a poterlo salvare, con l’aiuto della sua incredibile immaginazione e di alcuni amici molto speciali.


19.00
PROGRAMMAZION

The Innocents of Florence – Versione in italiano

di Davide Battistella, 2018, Italia, 90 minuti

INGRESSO: 7€ intero/ 6€ ridotto/ 5€ ridotto per chi ha il cognome “Innocenti” o “Degl’ Innocenti”

Quando due restauratrici a Firenze iniziano a lavorare su un dipinto del ‘400, intraprendono un viaggio per scoprire la storia di bambini dimenticati e le donne che li hanno salvati.E’ l’anno 1410 e si manifesta un grosso problema sociale a Firenze. I bambini vengono abbandonati e muoiono innumerevoli. Per risolvere il problema, gli umanisti fiorentini, cittadini, si organizzano e costruiscono un ospizio per bambini e ragazze- madri. Per festeggiare il completamento del nuovo fabbricato nel 1446,commissionano un quadro da usare come manifesto, logo e stendardo per il nuovo Istituto.

VERSIONE ITALIANA

Sito ufficiale


21.00
PROGRAMMAZIONE

Beautiful Things

di Giorgio Ferrero, Federico Biasin, 2019, Italia/Svizzera/USA, durata: 95 minuti

INGRESSO: 6€ / 5€ ridotto

Le vite di quattro uomini che, inconsapevolmente, sono alla base della sequenza di creazione, trasporto, commercializzazione e distruzione degli oggetti che alimentano la bulimia del nostro stile di vita. Gli oggetti di cui pensiamo di aver bisogno ogni giorno iniziano e finiscono il loro viaggio all’interno di luoghi industriali e scientifici isolati e spettrali. Questi uomini sono monaci all’interno di templi di acciaio e cemento e ripetono ogni giorno nel silenzio e nella solitudine la stessa liturgia meccanica, convivendo con i propri fantasmi.  


15.00
PROGRAMMAZION

The Innocents of Florence – Versione in italiano

di Davide Battistella, 2018, Italia, 90 minuti

INGRESSO: 7€ intero/ 6€ ridotto/ 5€ ridotto per chi ha il cognome “Innocenti” o “Degl’ Innocenti”

Quando due restauratrici a Firenze iniziano a lavorare su un dipinto del ‘400, intraprendono un viaggio per scoprire la storia di bambini dimenticati e le donne che li hanno salvati.E’ l’anno 1410 e si manifesta un grosso problema sociale a Firenze. I bambini vengono abbandonati e muoiono innumerevoli. Per risolvere il problema, gli umanisti fiorentini, cittadini, si organizzano e costruiscono un ospizio per bambini e ragazze- madri. Per festeggiare il completamento del nuovo fabbricato nel 1446,commissionano un quadro da usare come manifesto, logo e stendardo per il nuovo Istituto.

VERSIONE ITALIANA

Sito ufficiale


17.00
Scusate il ritardo bimbi!

Wonder Park

di David Feiss, Spagna/USA, 2019, durata: 85 min.

Lo spettacolare parco giochi immaginato da una bambina di 8 anni appassionata di ingegneria, si trasforma improvvisamente in realtà. Ma quando il luogo scaturito dalla sua fantasia diventa l’oggetto di una terribile minaccia, June sarà l’unica a poterlo salvare, con l’aiuto della sua incredibile immaginazione e di alcuni amici molto speciali.


19.00
PROGRAMMAZIONE

John McEnroe. L’impero della perfezione

di Julien Faraut, 2018, Francia, durata: 95 minuti

INGRESSO: Intero 6€ / ridotto 5€

Il mitico campione di tennis John McEnroe, ex ragazzo prodigio e successivamente noto alle cronache non solo per il talento ma anche per il caratteraccio e una vita privata movimentata, è già stato protagonista di film e documentari, ma mai in modo così avvincente come in questo documentario di Julien Faraut, presentato al Festival dei Popoli, alla Berlinale e in competizione alCinéma du Réel, che vanta materiali di repertorio ed elementi di psicologia e di teoria del cinema, accompagnati dalla voce di Mathieu Amalric, con la premessa godardiana «Les films mentent, pas le sport».


20.00
Omaggio a Bertolucci

Incontro di approfondimento su “Il conformista”

Incontro (saletta Mymovies)

Assieme al prof. Alessandro Marini ripercorreremo la storia del capolavoro di Bernardo Bertolucci.


21.00
Omaggio a Bernardo Bertolucci

Il conformista (versione restaurata)

di Bernardo Bertolucci, 1970, Italia/Francia/Germania, durata: 118 minuti

INGRESSO: 5€ / 4€ ridotto /gratuito con tessera IOinCompagnia

Con Il conformista Bertolucci propone una complessa rilettura dell'omonimo romanzo di Moravia. La struttura narrativa dell'adattamento, articolata in una serie di flashback che rivelano progressivamente la personalità disturbata e il disperato bisogno di accettazione del protagonista Marcello Clerici, l’attenzione ai procedimenti di scrittura, l’originalità delle relazioni con il modello letterario, ne fanno un indiscusso e affascinante capolavoro, aperto a un’inesauribile lettura critica. La proiezione sarà preceduta da un incontro con il prof. Alessandro Marini.