Novembre 2022
  • venerdì

    18/11/2022

  • sabato

    19/11/2022

  • domenica

    20/11/2022

  • lunedì

    21/11/2022

  • martedì

    22/11/2022

  • mercoledì

    23/11/2022

  • giovedì

    24/11/2022


16:30
PROGRAMMAZIONE

Boiling Point – il disastro è servito

di Philip Barantini, Gran Bretagna, 2021, 92' - vo.sot.ita.

INGRESSO: 6€ intero/ 5€ ridotto/ 3€ con tessera Firenze al Cinema (solo spettacoli segnalati in newsletter)

Ambientato interamente all’interno di un turno serale di un ristorante, Boiling Point – il disastro è servito ha come protagonista Andy (interpretato da un bravissimo Stephen Graham), uno chef alle prese con numerosi problemi sia nella vita personale che in quella lavorativa. A complicare ancora di più la sua situazione c’è l’inattesa visita di Alistair, noto celebrity chef televisivo che in passato è stato il punto di riferimento del protagonista. Tra i due non scorre buon sangue e potrebbe essere arrivato il momento della resa dei conti.


18:30
PROGRAMMAZIONE

Boiling Point – il disastro è servito

di Philip Barantini, Gran Bretagna, 2021, 92' - vo.sot.ita.

INGRESSO: 6€ intero/ 5€ ridotto/ 3€ con tessera Firenze al Cinema (solo spettacoli segnalati in newsletter)

Ambientato interamente all’interno di un turno serale di un ristorante, Boiling Point – il disastro è servito ha come protagonista Andy (interpretato da un bravissimo Stephen Graham), uno chef alle prese con numerosi problemi sia nella vita personale che in quella lavorativa. A complicare ancora di più la sua situazione c’è l’inattesa visita di Alistair, noto celebrity chef televisivo che in passato è stato il punto di riferimento del protagonista. Tra i due non scorre buon sangue e potrebbe essere arrivato il momento della resa dei conti.


21:00
TRUFFAUT 90

Effetto notte

di François Truffaut, Francia, 1973, 115′ - vo.sot.ita.

INGRESSO: 6€ intero / 5€ ridotto / 3€ con tessera Firenze al Cinema

Negli studi cinematografici “La Victorine” a Nizza si sta girando il film “Vi presento Pamela”, di cui è protagonista Alphonse, che si innamora e sposa l’inglese Pamela. Lei però perde la testa per il suocero con tragiche conseguenze. Ma questo è solo il plot del film nel film, che invece ruota attorno alle vicende personali degli attori e alla figura del regista, interpretato da Truffaut stesso.


Proiezioni in streaming su

piùCompagnia
On Demand
FESTIVAL

Lo schermo dell’arte

L’arte internazionale incontra il cinema nelle nuove produzioni di Giorgio Andreotta Calò, Éric Baudelaire, Mitra Farahani, Theaster Gates, Assaf Gruber, Lawrence Abu Hamdan, Pauline Curnier Jardin, Jumana Manna, Gerard Ortín Castellvi e Philippe Parreno. Ed il cinema racconta l’arte con i documentari sulle vite di Jesse Krimes, Jean-Michel Basquiat e David Hammons, l’incontro tra Marina Abramović e Ulay, l’architettura e il pensiero di Leonardo Ricci, l’arte aerospaziale di Trevor Paglen e la storia del monumento della NATO a Bruxelles di Juul Hondius.

 ONLINE SU PIU' COMPAGNIA FINO AL 27 NOVEMBRE 


17:00
PROGRAMMAZIONE

Boiling Point – il disastro è servito

di Philip Barantini, Gran Bretagna, 2021, 92' - vo.sot.ita.

INGRESSO: 6€ intero/ 5€ ridotto/ 3€ con tessera Firenze al Cinema (solo spettacoli segnalati in newsletter)

Ambientato interamente all’interno di un turno serale di un ristorante, Boiling Point – il disastro è servito ha come protagonista Andy (interpretato da un bravissimo Stephen Graham), uno chef alle prese con numerosi problemi sia nella vita personale che in quella lavorativa. A complicare ancora di più la sua situazione c’è l’inattesa visita di Alistair, noto celebrity chef televisivo che in passato è stato il punto di riferimento del protagonista. Tra i due non scorre buon sangue e potrebbe essere arrivato il momento della resa dei conti.


19:00
EVENTO SPECIALE

Firenze città d’acque

di Massimo Becattini, Sandro Nardoni, Luciano Nocentini , Italia, 2022, 64', v.o. ita

INGRESSO: 5€ intero / 4€ ridotto

In arrivo in anteprima a La Compagnia il doc “Firenze città d’acque” diretto dai registi toscani Massimo Becattini, Sandro Nardoni e Luciano Nocentini.

Nell’ ambito dei media, l’immagine di Firenze è una delle più ricorrenti, ma spesso anche più banalizzata e stereotipata. Il film vuol dare della città un’immagine totalmente originale, superando una visione solo storico-artistica, legandola piuttosto ai miti, alle storie, ai personaggi che “corrono” lungo i fiumi minori che l’attraversano.


21:00
I CORTI DI SENTIERO FILM FACTORY

Le crisalidi

di Gabriele Biasi, Italia, 2022, 24'

INGRESSO: 6€ intero/ 5€ ridotto (in combinazione con il film successivo)

Ci sono crisalidi che non diventeranno mai farfalle: Onofrio è una di queste, morto a Berlino nel 1978 all’età di 23 anni, lasciandosi dietro una manciata di lettere d’amore, l’ultima è da parte di Maria, che però non riceverà mai risposta e lo crederà vivo per tutto questo tempo. Dopo il ritrovamento di questa ed altre lettere, Gabriele Biasi, nipote di Onofrio, decide di partire alla ricerca di tutti i mittenti, nel tentativo di ricostruire la figura dello zio paterno.


A seguire
PROGRAMMAZIONE

Boiling Point – il disastro è servito

di Philip Barantini, Gran Bretagna, 2021, 92' - vo.sot.ita.

INGRESSO: 6€ intero/ 5€ ridotto/ 3€ con tessera Firenze al Cinema (solo spettacoli segnalati in newsletter)

Ambientato interamente all’interno di un turno serale di un ristorante, Boiling Point – il disastro è servito ha come protagonista Andy (interpretato da un bravissimo Stephen Graham), uno chef alle prese con numerosi problemi sia nella vita personale che in quella lavorativa. A complicare ancora di più la sua situazione c’è l’inattesa visita di Alistair, noto celebrity chef televisivo che in passato è stato il punto di riferimento del protagonista. Tra i due non scorre buon sangue e potrebbe essere arrivato il momento della resa dei conti.


Proiezioni in streaming su

piùCompagnia
On Demand
FESTIVAL

Lo schermo dell’arte

L’arte internazionale incontra il cinema nelle nuove produzioni di Giorgio Andreotta Calò, Éric Baudelaire, Mitra Farahani, Theaster Gates, Assaf Gruber, Lawrence Abu Hamdan, Pauline Curnier Jardin, Jumana Manna, Gerard Ortín Castellvi e Philippe Parreno. Ed il cinema racconta l’arte con i documentari sulle vite di Jesse Krimes, Jean-Michel Basquiat e David Hammons, l’incontro tra Marina Abramović e Ulay, l’architettura e il pensiero di Leonardo Ricci, l’arte aerospaziale di Trevor Paglen e la storia del monumento della NATO a Bruxelles di Juul Hondius.

 ONLINE SU PIU' COMPAGNIA FINO AL 27 NOVEMBRE 


Proiezioni in streaming su

piùCompagnia
On Demand
FESTIVAL

Lo schermo dell’arte

L’arte internazionale incontra il cinema nelle nuove produzioni di Giorgio Andreotta Calò, Éric Baudelaire, Mitra Farahani, Theaster Gates, Assaf Gruber, Lawrence Abu Hamdan, Pauline Curnier Jardin, Jumana Manna, Gerard Ortín Castellvi e Philippe Parreno. Ed il cinema racconta l’arte con i documentari sulle vite di Jesse Krimes, Jean-Michel Basquiat e David Hammons, l’incontro tra Marina Abramović e Ulay, l’architettura e il pensiero di Leonardo Ricci, l’arte aerospaziale di Trevor Paglen e la storia del monumento della NATO a Bruxelles di Juul Hondius.

 ONLINE SU PIU' COMPAGNIA FINO AL 27 NOVEMBRE 


20:30
EVENTO SPECIALE

Firenze città d’acque

di Massimo Becattini, Sandro Nardoni, Luciano Nocentini , Italia, 2022, 64', v.o. ita

INGRESSO: 5€ intero / 4€ ridotto

In arrivo in anteprima a La Compagnia il doc “Firenze città d’acque” diretto dai registi toscani Massimo Becattini, Sandro Nardoni e Luciano Nocentini.

Nell’ ambito dei media, l’immagine di Firenze è una delle più ricorrenti, ma spesso anche più banalizzata e stereotipata. Il film vuol dare della città un’immagine totalmente originale, superando una visione solo storico-artistica, legandola piuttosto ai miti, alle storie, ai personaggi che “corrono” lungo i fiumi minori che l’attraversano.


Proiezioni in streaming su

piùCompagnia
On Demand
FESTIVAL

Lo schermo dell’arte

L’arte internazionale incontra il cinema nelle nuove produzioni di Giorgio Andreotta Calò, Éric Baudelaire, Mitra Farahani, Theaster Gates, Assaf Gruber, Lawrence Abu Hamdan, Pauline Curnier Jardin, Jumana Manna, Gerard Ortín Castellvi e Philippe Parreno. Ed il cinema racconta l’arte con i documentari sulle vite di Jesse Krimes, Jean-Michel Basquiat e David Hammons, l’incontro tra Marina Abramović e Ulay, l’architettura e il pensiero di Leonardo Ricci, l’arte aerospaziale di Trevor Paglen e la storia del monumento della NATO a Bruxelles di Juul Hondius.

 ONLINE SU PIU' COMPAGNIA FINO AL 27 NOVEMBRE 


15:00
LO SCHERMO DELL’ARTE 2022

Festival Talk – Abitare il film. Il cinema e le XR immersive.

Conversazione con Barbara Grespi e Andrea Pinotti (progetto di ricerca An-icon, Università degli Studi di Milano). Modera Paola Valentini (Università degli studi di Firenze)
La conversazione illustrerà le forme di sperimentazione emergenti fra arte e cinema, interrogandosi sulla natura e la potenzialità delle forme an-iconiche e sui traguardi raggiunti oggi dalle extended reality (VR, AR, MR).


17:30
LO SCHERMO DELL’ARTE 2022

Unseen Skies

di Yaara Bou Melhem, Stati Uniti, Australia, 2021, 98’, vo: inglese; st: italiano

INGRESSO: intero 6€ / ridotto 5€

L’artista statunitense Trevor Paglen mostra come grazie alla tecnologia l’arte possa spingersi a esplorare la dimensione del cielo arrivando a rivelare le strutture di potere e sorveglianza che lo dominano.


19:15
LO SCHERMO DELL’ARTE 2022

45th Parallel

di Lawrence Abu Hamdan, Regno Unito, 2022, 15’, vo: inglese ; st:italiano

INGRESSO: intero 6€ / ridotto 5€

Prima italiana

L’artista giordano pone il tema del rapporto tra libera circolazione e libertà di pensiero attraverso un luogo simbolico: uno dei pochi teatri transfrontalieri al mondo, l’Haskell Free Library and Opera House, al confine tra Stati Uniti e Canada.


19:30
LO SCHERMO DELL’ARTE 2022

To Unveil A Star

di Juul Hondius, Paesi Bassi, 2021, 53’59’’, vo: olandese, francese, inglese; st: olandese, inglese, italiano

INGRESSO: intero 6€ / ridotto 5€

Prima italiana alla presenza dell’artista

Il film ruota attorno alla grande scultura in acciaio a forma di stella che dal 1971 si trova davanti al quartier generale della NATO a Bruxelles: un monumento iconico che apre una riflessione sul potere mediatico delle immagini nel determinare la nostra vita collettiva.


21:00
LO SCHERMO DELL’ARTE 2022

A vendredi, Robinson

di Mitra Farahani, Francia, 2022, 96’, vo: persiano, francese, inglese; st: francese, inglese, italiano

INGRESSO SERALE: intero 6€ / ridotto 5€

Alla presenza dell’autrice

Ultima apparizione sul grande schermo di Jean-Luc Godard, il film dell’artista iraniana e sua collaboratrice Mitra Farahani è un omaggio al cinema attraverso un dialogo a distanza tra lo stesso Godard e un altro grande maestro del cinema iraniano, Ebrahim Golestan.


22:50
LO SCHERMO DELL’ARTE 2022

Ogni mattina si nasce di nuovo. Vedute poetiche tratte dall’Anonimo del XX secolo di Leonardo Ricci

di Maurizio Sazio, Italia, 2021, 37’, vo: italiano, st: inglese

INGRESSO SERALE: intero 6€ / ridotto 5€

Prima mondiale alla presenza dell’autore e di Clementina Ricci

Film che nasce nella cornice delle celebrazioni del Centenario dell’architetto fiorentino Leonardo Ricci per raccontare la sua figura e il suo pensiero.


Proiezioni in streaming su

piùCompagnia
On Demand
FESTIVAL

Lo schermo dell’arte

L’arte internazionale incontra il cinema nelle nuove produzioni di Giorgio Andreotta Calò, Éric Baudelaire, Mitra Farahani, Theaster Gates, Assaf Gruber, Lawrence Abu Hamdan, Pauline Curnier Jardin, Jumana Manna, Gerard Ortín Castellvi e Philippe Parreno. Ed il cinema racconta l’arte con i documentari sulle vite di Jesse Krimes, Jean-Michel Basquiat e David Hammons, l’incontro tra Marina Abramović e Ulay, l’architettura e il pensiero di Leonardo Ricci, l’arte aerospaziale di Trevor Paglen e la storia del monumento della NATO a Bruxelles di Juul Hondius.

 ONLINE SU PIU' COMPAGNIA FINO AL 27 NOVEMBRE 


17:30
LO SCHERMO DELL’ARTE 2022

Transient Witness

di Assaf Gruber, Germania, 2021, 47’, vo: tedesco, italiano; st: inglese, italiano

INGRESSO: intero 6€ / ridotto 5€

Prima italiana alla presenza dell’artista

Il film riflette sui rapporti di potere che regolano il collezionismo e il possesso di opere d’arte, documentando sia la donazione di Eugenio Marzona ai Musei Statali di Dresda del proprio archivio delle avanguardie del XX secolo, che una sottrazione, il furto del Tesoro di Sassonia nella Volta Verde nel castello della città.


18:40
LO SCHERMO DELL’ARTE 2022

A Flower in the Mouth

di Éric Baudelaire, Francia, 2022, 67’, vo: francese; st: inglese, italiano

INGRESSO: intero 6€ / ridotto 5€

Prima italiana alla presenza dell’artista e dell’attore Oxmo Puccino

Un film in due atti, tra documentario e finzione, che inizia con le immagini del più grande mercato di fiori del mondo, in Olanda, per arrivare ad un dialogo ambientato in un caffè parigino e ispirato a L’uomo dal fiore in bocca di Pirandello.


21:00
LO SCHERMO DELL’ARTE 2022

La Quinta del Sordo

di Philippe Parreno, 2021, sonoro, 40’

INGRESSO SERALE: intero 6€ / ridotto 5€

Prima italiana

L’artista francese crea un’opera “fantascientifica” e immersiva che fa rivivere la casa dove Goya creò le sue celebri Pinturas negras. Il film simula il suono che permeava gli ambienti della casa in una sorta di architettura speculativa, ed è accompagnato dall’esecuzione dal vivo di una partitura originale per violoncello eseguita da Naomi Berrill.


21:50
LO SCHERMO DELL’ARTE 2022

Ίκαρος (Icarus)

di Giorgio Andreotta Calò, Paesi Bassi, Italia, 2021, 30’ 23”, vo: italiano, inglese ; st: inglese, italiano

INGRESSO SERALE: intero 6€ / ridotto 5€

Prima italiana alla presenza dell’artista

Il primo mediometraggio dell’artista italiano parte dal mito di Dedalo e Icaro per mettere in scena un atto simbolico e performativo all’interno dell’ex Padiglione delle Farfalle del Rensenpark di Emmem.


Proiezioni in streaming su

piùCompagnia
On Demand
FESTIVAL

Lo schermo dell’arte

L’arte internazionale incontra il cinema nelle nuove produzioni di Giorgio Andreotta Calò, Éric Baudelaire, Mitra Farahani, Theaster Gates, Assaf Gruber, Lawrence Abu Hamdan, Pauline Curnier Jardin, Jumana Manna, Gerard Ortín Castellvi e Philippe Parreno. Ed il cinema racconta l’arte con i documentari sulle vite di Jesse Krimes, Jean-Michel Basquiat e David Hammons, l’incontro tra Marina Abramović e Ulay, l’architettura e il pensiero di Leonardo Ricci, l’arte aerospaziale di Trevor Paglen e la storia del monumento della NATO a Bruxelles di Juul Hondius.

 ONLINE SU PIU' COMPAGNIA FINO AL 27 NOVEMBRE 


17:00
LO SCHERMO DELL’ARTE 2022

Foragers. Al-Yad Al-Khadra

di Jumana Manna, Palestina, 2022, 65’, vo: arabo, ebraico; st: inglese, italiano

INGRESSO: intero 6€ / ridotto 5€

L’ultimo film dell’artista americana di origine palestinese mette in rilievo le contraddizioni del conflitto tra le autorità israeliane responsabili delle riserve naturali delle alture del Golan e il popolo palestinese che in quei campi tradizionalmente raccoglie piante commestibili.


18:15
LO SCHERMO DELL’ARTE 2022

Agrilogistics

di Gerard Ortín Castellví, Spagna, Regno Unito, 2022, sonoro, 21’

INGRESSO: intero 6€ / ridotto 5€

Prima italiana alla presenza dell’artista

Il film analizza le trasformazioni dell’agricoltura industriale contemporanea seguendo la vita di una serra che di giorno si presenta come un set automatizzato e ottimizzato per la produzione, ma di notte accoglie presenze inaspettate.


19:00
LO SCHERMO DELL’ARTE 2022

Marina Abramović & Ulay. No Predicted End

di Kasper Bech Dyg, Danimarca, 2022, 95′, vo: inglese; st: italiano

INGRESSO: intero 6€ / ridotto 5€

Prima italiana

Un incontro storico tra Marina Abramović e Ulay, avvenuto a 30 anni dalla fine della loro iconica collaborazione, ripreso poco prima della scomparsa dell’artista tedesco da una troupe del Louisiana Museum of Modern Art.


21:00
LO SCHERMO DELL’ARTE 2022

Self-Portrait As A Coffee Pot

di William Kentridge, Sudafrica, Stati Uniti, 2022, 3 episodi, 110’, vo: inglese; st: italiano

INGRESSO SERALE: intero 6€ / ridotto 5€

Girato interamente nel suo studio durante la pandemia, vediamo l’artista sudafricano William Kentridge che gioca disegnando e disfacendo le immagini con trucchi cinematografici alla Méliès. Con ironia si confronta con una seconda versione di se stesso con la quale dialoga, come fosse il suo subconscio, ripercorrendo i temi che caratterizzano il suo lavoro: l’apartheid, l’infanzia, i paesaggi sudafricani.


Proiezioni in streaming su

piùCompagnia
On Demand
FESTIVAL

Lo schermo dell’arte

L’arte internazionale incontra il cinema nelle nuove produzioni di Giorgio Andreotta Calò, Éric Baudelaire, Mitra Farahani, Theaster Gates, Assaf Gruber, Lawrence Abu Hamdan, Pauline Curnier Jardin, Jumana Manna, Gerard Ortín Castellvi e Philippe Parreno. Ed il cinema racconta l’arte con i documentari sulle vite di Jesse Krimes, Jean-Michel Basquiat e David Hammons, l’incontro tra Marina Abramović e Ulay, l’architettura e il pensiero di Leonardo Ricci, l’arte aerospaziale di Trevor Paglen e la storia del monumento della NATO a Bruxelles di Juul Hondius.

 ONLINE SU PIU' COMPAGNIA FINO AL 27 NOVEMBRE